Sparatoria ad Ibiza, si è costituito Michele Guadagno. Lo chef 28enne è ancora grave

Sparatoria ad Ibiza, si è costituito Michele Guadagno. Lo chef 28enne è ancora grave

La dinamica non è ancora del tutto ricostruita, lo chef colpito è ancora in gravi condizioni


IBIZA  – Michele Guadagno, 33 napoletano, accusato della sparatoria avvenuta nella notte tra venerdì e sabato a Ibiza, durante una festa illegale in una villa di Santa Eularia, si è costituito alle autorità spagnole. La vittima, il giovane chef napoletano Antonio Amore, è ricoverata in condizioni critiche ma non sarebbe in pericolo di vita. I motivi dell’episodio non sono noti, ma a quanto pare alla base della lite ci sarebbero degli apprezzamenti a sfondo sessuale che il 33enne avrebbe rivolto a un’amica del 28enne.

Ad essere ferito durante il raid anche un 35enne di Caserta, colpito però solo di striscio e già dimesso dall’ospedale. Dalle indagini è emerso che Guadagno era stato coinvolto in passato in un’inchiesta sul traffico di droga tra Italia e Olanda.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

LEGGI ANCHE

Sparatoria durante una festa privata ad Ibiza: tutti Campani i protagonisti della vicenda