Stop alle mascherine all’aperto, il ministro Speranza segue il Cts: “Dal 28 giugno obbligo superato”

Stop alle mascherine all’aperto, il ministro Speranza segue il Cts: “Dal 28 giugno obbligo superato”

Arriva il via libera dal Governo dopo il parere positivo del Comitaro tecnico scientifico


Foto Claudio Furlan - LaPresse 29 Giugno 2020 Milano (Italia) News Esteso fino al 15 luglio l’obbligo di mascherine in Lombardia Nella foto: persone con mascherine in Piazza Duomo Photo Claudio Furlan - LaPresse 29 June 2020 Milano (Italy) The obligation to wear masks in Lombardy extended until 15 July In the photo: people with masks in Piazza Duomo

ITALIA – “Dal 28 giugno superiamo l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto in zona bianca, ma sempre nel rispetto delle indicazioni precauzionali stabilite dal Cts”.

Lo ha dichiarato io ministro della Salute Roberto Speranza che ha così fatto proprie le indicazioni del Comitato tecnico scientifico. In quella data tutta l’Italia sarà.in zona bianca e questo consentirà il definitivo superamento dell’obbligo di mascherina all’aperto.

Fermo restando, tuttavia, la necessità di indossarla quando il distanziamento sociale non può essere garantito. Il Cts è stato chiaro nelle sue indicazioni.

“Nell’attuale scenario epidemiologico a partire dal 28 giugno con tutte le regioni in zona bianca ci sono le condizioni nelle cosiddette zone bianche per superare l’obbligatorietà dell’uso delle mascherine all’aperto salvo i contesti in cui si creino le condizioni per un assembramento (es: mercati, fiere, code, ecc.…), le persone devono sempre portare con sé una mascherina in modo da poterla indossare ogni qualvolta si creino tali condizioni.

Deve inoltre essere raccomandato fortemente l’uso della mascherina nei soggetti fragili e immunodepressi e a coloro che stanno loro accanto; debba essere sempre indossata negli ambienti sanitari secondo i protocolli in essere; deve sempre essere mantenuto l’obbligo di indossare la mascherina in tutti i mezzi di trasporto pubblico; debbano essere rispettate le disposizioni e i protocolli stabiliti per l’esercizio in sicurezza delle attività economiche, produttive e ricreative”.

Insomma mascherina via all’aperto sì, senza dimenticare i rischi e la necessità di mantenere a distanza ogni pericolo inerente al virus.