Vaccini, D’Amore: “Siamo preoccupati a Giugliano e Pozzuoli siamo fermi al 60%”

Vaccini, D’Amore: “Siamo preoccupati a Giugliano e Pozzuoli siamo fermi al 60%”

“La variante Delta ha un’alta possibilità di infezione e come tutte le variazioni virali tende ad essere più pericolosa”, ha detto D’Amore


GIUGLIANO \ POZZUOLI – “Abbiamo messo in campo un accesso libero in modo da garantire le prime e le seconde dosi a chi si è iscritto in piattaforma ma cercando di raggiungere anche chi è ancora indeciso. Stiamo cercando di spronare tutti”. Lo ha detto il Direttore Generale dell’Asl Napoli 2 Nord Antonio D’Amore intervenendo a Radio Cec Tragato Italia.

Poi, sulla variante Delta, ha detto: “La variante Delta ha un’alta possibilità di infezione e come tutte le variazioni virali tende ad essere più pericolosa. L’Inghilterra fa 20mila contagi al giorno e dobbiamo essere preoccupati perché abbiamo il territorio con la più alta densità d’Europa, solo nella mia Asl ne ho 4 con il numero più alto”.

Infine, sulle vaccinazioni: “I dati ci dicono che con doppia vaccinazione abbiamo una protezione elevata. Ad oggi è l’unica arma che abbiamo insieme alle mascherine e al distanziamento sociale. Sono a rischio tutte le città dove non si vaccinano, Napoli è una tra queste ma abbiamo anche Pozzuoli e Giugliano dove siamo preoccupati perché siamo fermi al 60%: questo 10% che ci separa dall’immunità di gregge è fondamentale. Sopra i 65 anni sfioriamo il 75% dei vaccinati, sproniamo i giovani e facciamoli venire con la seconda dose dopo 21 giorni”.