“A Napoli mi hanno rubato il portafogli”, è polemica al concorso delle Dogane: “Pregiudizio inaudito”

“A Napoli mi hanno rubato il portafogli”, è polemica al concorso delle Dogane: “Pregiudizio inaudito”

A suscitare scalpore uno dei quesiti della prova inglese. “Ci auspichiamo che qualcuno voglia scusarsi coi napoletani per la grave caduta di stile”


NAZIONALE – Una domanda ritenuta offensiva per Napoli e i napoletani, tra quelle presentate ai candidati che hanno sostenuto le prove preselettive di inglese per il concorso nell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. In uno dei quesiti della prova in lingua, infatti, bisogna indicare la forma corretta per dire: “Mi hanno rubato il portafogli quando ero a Napoli”. Tre le altre cose, nella domanda Napoli viene indicata come Naple, mentre in inglese la parola corretta per indicare il capoluogo campano è Naples. Un doppio errore, dunque, come hanno sottolineato Francesca Menna e Annamaria Palmieri, assessori rispettivamente alle Pari Opportunità e a Turismo e Cultura del Comune di Napoli. “Un Paese che voglia davvero dirsi europeo non si può consentire superficialità politicamente scorrette ed ispirate a pregiudizi vergognosi e razzisti come quelli rivelati dal quesito presente nella prova preselettiva di inglese del concorso per il personale della dogana” hanno detto i due assessori, come riportato da Fanpage.

“Nel quesito – continuano Menna e Palmieri – si chiedeva come formulare la denuncia di furto del portafoglio trovandosi a Napoli. Un’offesa gratuita alla città e alla cultura visto anche il grossolano errore ortografico che sostituisce Naples con Naple. L’Amministrazione auspica che qualcuno voglia scusarsi con i napoletani per questa grave caduta di stile che è ancor più seria se si considera che il concorso è rivolto a personale della dogana, che di certo dovrebbe essere immune da simili pregiudizi”.