Agente della Penitenziaria aggredito con un morso in faccia: caos nel carcere di Ariano Irpino

Agente della Penitenziaria aggredito con un morso in faccia: caos nel carcere di Ariano Irpino

La denuncia del Sindacato autonomo della Polizia Penitenziaria: “E’ avvenuto dopo la notifica di un rapporto disciplinare”


ARIANO IRPINO – Un sovrintendente della Polizia penitenziaria del carcere di Ariano Irpino in provincia di Avellino è stato aggredito da un detenuto, che lo ha morso al mento. Lo rende noto il Sappe, il Sindacato autonomo della Polizia Penitenziaria. Il sovrintendente è stato medicato al Pronto soccorso.

Il sovrintendente aveva notificato al detenuto un rapporto disciplinare per una precedente aggressione della quale si era reso responsabile. “Questa settimana  – afferma il segretario nazionale del Sappe Emilio Fattorello – nel carcere di Ariano Irpino si è svolta per due giorni una protesta dei detenuti del Reparto ex art. 32 , dove sono ristretti i detenuti responsabili di aggressioni al personale e responsabili di aver turbato la sicurezza e l’ordine, che hanno rifiutato di rientrare nelle celle”.
“E’ una struttura penitenziaria vetusta e fatiscente – aggiunge – isolata geograficamente e trascurata dalla politica e da una Amministrazione sempre più assente, con una carenza di organica di oltre 30 unità del ruolo essenziale degli agenti/assistenti. E’ di ieri mattina il ritrovamento sul camminamento del muro di cinta, privo da tempo della dovuta sorveglianza, di un involucro contenente tre telefoni cellulari e di un panetto di droga