Calvizzano, Pirozzi: “I percettori del reddito di cittadinanza lavoreranno per il comune”

Calvizzano, Pirozzi: “I percettori del reddito di cittadinanza lavoreranno per il comune”

“I percettori ci aiuteranno a riordinare l’archivio, ad aprire e chiudere la biblioteca comunale, a manutenere il verde pubblico e a custodire le strutture dell’ente”, ha dichiarato il primo cittadino


CALVIZZANO – Oggi è un giorno importantissimo. Chi percepisce il reddito di cittadinanza lavorerà per il Comune di Calvizzano. I percettori ci aiuteranno a riordinare l’archivio, ad aprire e chiudere la biblioteca comunale, a manutenere il verde pubblico e a custodire le strutture dell’ente. Ma non solo, presteranno assistenza semplice agli anziani che hanno bisogno di aiuto nel disbrigo delle attività quotidiane come la spesa o commissioni varie. Ci daranno il loro supporto e lo faranno in un Ente che soffre una atavica carenza di personale. Una fantastica forza lavoro a costo zero. Finalmente siamo pronti e da lunedì partiamo. Abbiamo dato seguito ad un’opportunità che ci ha concesso lo Stato. Attraverso l’attivazione dei progetti restituiamo dignità a queste persone che percepiscono un sussidio dallo Stato e vogliono dare il proprio contributo a favore della nostra comunità. Li accoglieremo nella nostra famiglia con grande rispetto assicurando loro un percorso di crescita personale e professionale. Li abbiamo ascoltati e verremo incontro alle loro esigenze. Stamattina abbiamo ribadito ai percettori questo concetto. È stato un lavoro difficile, ricco di passaggi farraginosi ma che abbiamo portato avanti in sinergia con l’Ufficio dei Servizi Sociali e con l’Assessore alle Politiche Sociali Marzia Mazzei che ringrazio. Così come ringrazio il Comune di Bacoli per la collaborazione che ci ha offerto guidandoci in questo percorso. Da settembre quando riprenderanno le attività scolastiche attiveremo gli altri progetti di vigilanza fuori i plessi del territorio e garantiremo un doposcuola per studenti meno abbienti. Al momento sono 19 le unità operative ma abbiamo in programma di includerne sempre di più. È un altro passo importante per migliorare il nostro paese, il nostro Comune, sempre con lo stesso impegno e con la stessa dedizione per fare sempre meglio, sempre di più.