Campania, Antonio è sparito nel nulla: da un mese non si sa più niente di lui

Campania, Antonio è sparito nel nulla: da un mese non si sa più niente di lui

Anche la trasmissione “Chi l’ha visto?” ha dedicato un corposo servizio a questa scomparsa. Indagano i Carabinieri


CERVINARA (AV) –  Ansia in provincia di Avellino per la scomparsa di Antonio Moscatiello, da un mese svanito nel nulla. Svanire nella nulla nel 2021. Scomparire senza lasciare tracce quando le nostre vite vengono seguite. 24 ore al giorno, con apparati elettronici di ogni tipo. Cellulari, computer, videocamere e tanto altro ancora non smettono di condizionare le nostre esistenze.

Nonostante tutto questo, ad un mese dalla scomparsa di Antonio Moscatiello di Cervinara non si ha uno straccio di notizia. Un testimone attendibile, domenica 27 giugno, dopo le 12 e 30, lo ha visto incamminarsi lungo la strada che da via Partenio conduce in località Coppola.

Da allora nessuna altra traccia. I soccorritori, per bene due settimane hanno battuto il territorio. Ma nulla hanno trovato che consentisse di continuare a cercare. Così, come vuole la prassi, le ricerche sono state interrotte.

Qualcuno aveva immaginato che potesse essersi allontanato dal paese. L’ipotesi risulta poco credibile. Moscatiello non aveva mezzi per lasciare il paese. E nessuno lo ha visto salire su un autobus. Allo stesso modo nessuno asserisce di aver dato un passaggio al 58enne.

Senza contare che Anche. Ma neanche alla redazione del programma della Sciarelli sono arrivate segnalazioni.

Sulla scomparsa continuano ad indagare i carabinieri della stazione di Cervinara. Se dovesse essere trovato un solo elemento, la Procura della Repubblica di Avellino concederebbe l’autorizzazione per riprendere le ricerche.

Ma anche i carabinieri non acquisito alcuna prova per chiedere alla Procura di far ricominciare le ricerche. Una situazione di stallo che sembra, per certi versi, paradossale.

Dal 26 giugno, i familiari di Antonio Moscatiello non sanno più cosa pensare. Ogni volta che squillano i telefoni delle sorelle, si attende una notizia definitiva che non arriva.

Un oblio che tormenta avvilisce. Antonio non può essere stato inghiottito nel nulla qualche traccia deve essere pur visibile e viva. Bisogna continuare a cercare per sapere il destino di questa persona.

FONTE: ILCAUDINO.IT