Casoria, furto in casa dell’attore Antonio Fiorillo: “Provo pietà per chi al posto del cuore ha le spine”

Casoria, furto in casa dell’attore Antonio Fiorillo: “Provo pietà per chi al posto del cuore ha le spine”

“Qui è terra di nessuno, sono disperati che rischiano la galera per 200 euro di cadmio in una marmitta”, queste le parole di denuncia in un post


CASORIA – Ignoti si sono introdotti nell’abitazione dell’attore napoletano Antonio Fiorillo, a Casoria. Sono stati rubati vari oggetti e un automobile del comico, il quale ha poi riversato tutta la sua rabbia sui social: “Questa città è allo sfacelo più completo, è sprofondata nel baratro più profondo in una situazione irreale in cui la criminalità diventa normalità, la violenza uno spettacolo da vedere in vetrina per l’indifferenza della gente, per la mancanza di scolarizzazione, per il continuo giustificare un sottobosco composto da malfattori, ladri di galline, disperati che rischiano la galera per 200 euro di cadmio in una marmitta.”

“Uno o più di questi stanotte è entrato in casa mia – ha continuato l’attore napoletano -e ha rubato un vecchio flex, una prolunga rotta e sporca, un decespugliatore di ormai 13 anni che non ha mai funzionato bene, e soprattutto una macchina vecchia con 300mila chilometri e tanti difetti al motore. Il nostro unico sentimento oltre l’iniziale sgomento, è solo la pietà, quella vera, e la consapevolezza che vivere onestamente, come ha sempre fatto la mia famiglia in questa città, potrebbe sembrare inutile, ma è necessaria per continuare a stare qui, in questa terra di nessuno, dove per molti la vita è un lavoro a cottimo, e il cuore è solo un cespuglio di spine. Grazie a tutti per la solidarietà, se vedete per strada una Fiat croma nera abbandonata con un ammaccatura sul parafango della ruota posteriore lato passeggero scrivetemi in privato o contattate le forze dell’ordine”.