Choc in Campania, abusa sessualmente della figliastra di 9 anni: in carcere orco 53enne

Choc in Campania, abusa sessualmente della figliastra di 9 anni: in carcere orco 53enne

L’uomo simulava giochi ed altre situazioni ambigue, fingendo di prodigarle attenzioni ed affetto, mentre invece compiva abusi sessuali di vario tipo


ARIANO IRPINO (AV) – Una vicenda assurda quella che arriva da Ariano Irpino dove un uomo di 53 anni è finito in carcere con l’accusa di violenza sessuale. L’uomo ha abusato sessualmente della figliastra di soli 9 anni quando la madre, la sua attuale compagna, era fuori casa per motivi di lavoro.

La piccola aveva scritto una lettera in cui raccontava gli abusi, trovata dalla madre che ha subito denunciato l’uomo. Dopo un mese di indagini, ieri l’arresto: l’uomo è in carcere anche per “la totale incapacità di controllare gli istinti sessuali”.

Le indagini che poi hanno portato all’aresto del 53enne, sono durate soltanto un mese. Le prove a suo carico, infatti, sono state tali che il giudice per le indagini preliminari ha chiuso gli accertamenti in pochissimo tempo. La denuncia della madre della bambina, avuta da una precedente relazione, è arrivata lo scorso 25 giugno, dopo che aveva trovato nella camera da letto della figlia, oggi undicenne, una lettera nella quale la bambina descriveva le violenze subite dall’uomo.

Il 53enne è stato portato in carcere perché, ha spiegato il giudice per le indagini preliminari della Procura della Repubblica di Benevento, esiste “il concreto ed attuale pericolo di reiterazione di analoghi delitti”, visto che le indagini hanno rilevato “la totale incapacità dell’indagato di controllare gli istinti sessuali“. Non solo la lettera della bambina: dopo la denuncia i poliziotti di Ariano Irpino, anche con l’aiuto di un esperto di psicologia, hanno raccolto tutti gli indizi necessari, compresi elementi di natura informatica. Da quanto ricostruito, l’uomo abusava della piccola fin dall’età di 9 anni, approfittando dell’assenza per motivi di lavoro della madre naturale, sua compagna ma che aveva avuto la figlia da una precedente relazione. Il 53enne, secondo quanto riporta Fanpage, simulava giochi ed altre situazioni ambigue, fingendo di prodigarle attenzioni ed affetto, mentre invece compiva abusi sessuali di vario tipo. Quest’oggi l’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, ed ora deve rispondere di violenza sessuale aggravata in danno della bambina che oggi ha 11 anni.