Degrado a Napoli: gavettoni a parcheggiatori, bimbi alla guida di ciclomotori e minzioni a cielo aperto

Degrado a Napoli: gavettoni a parcheggiatori, bimbi alla guida di ciclomotori e minzioni a cielo aperto

In una foto è stato anche immortalato un uomo che urinava in una cabina telefonica


NAPOLI – Napoli alla deriva. Scene di degrado e inciviltà quotidiane: a via San Giacomo un incivile urina in pieno giorno in una cabina telefonica. Baby gang fa gavettone a parcheggiatore abusivo e posta video sui social. Un altro video di un bambino alla guida di uno scooter senza casco con il padre che lo incita. Borrelli (Europa Verde): “Tre episodi preoccupanti sul degrado sociale e civile della città. Una deriva che fa fermata al più presto prima di assistere a nuove vergognose ‘mode’ ”

“Napoli sembra ogni giorno di più essere ostaggio del più profondo degrado. Scene di inciviltà quotidiane che mortificano tutti coloro che ci vivono e lavorano. Anche oggi ci sono giunte tre denunce con foto e video allegati che ritengo davvero preoccupanti poiché mostrano in modo crudo e reale il livello di degrado sociale e civile in cui la città è piombata. La prima è relativa all’inciviltà di un signore che in pieno giorno e in pieno centro, quasi all’angolo tra via San Giacomo e via Toledo, decide di urinare in una cabina telefonica. Ripreso dall’autore della segnalazione ha proseguito senza scomporsi e senza nemmeno giustificare un simile comportamento. Il secondo episodio è relativo a un video che sta diventando virale su alcuni canali social e che è tristemente simbolico della realtà che viviamo in alcuni quartieri. Nelle immagini si vede una baby gang che prende di mira con un gavettone un parcheggiatore abusivo. Dopo avergli rovesciato in testa un secchio d’acqua, i due ragazzini fuggono a tutto gas e senza casco in sella a uno scooter. Una sintesi di inciviltà, prepotenza, illegalità concentrata in otto secondi di video. Teppistelli che prendono di mira un estorsore della sosta che lì non dovrebbe nemmeno esserci! A terminare questa parata di fenomeni l’ennesimo video di un bambino di pochi messo alla guida di uno scooter a tutta velocità con il padre irresponsabile che lo incita esclamando: “ ’I che omm’ ”.Stiamo assistendo a una deriva che va fermata al più presto. Prima di assistere a nuove vergognose ‘mode’ che fanno scuola nei livelli di ignoranza più profonda della città. Noi vogliamo un’altra Napoli”. Queste le parole del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, destinatario delle segnalazioni.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO