Follia a Fuorigrotta, autista del 118 aggredito a pugni in faccia: setto nasale rotto

Follia a Fuorigrotta, autista del 118 aggredito a pugni in faccia: setto nasale rotto

Il centauro una volta scivolato a terra ha prima aggredito verbalmente l’autista e poi fisicamente


FUORIGROTTA – Ancora una violenta aggressione al personale del 118 a Fuorigrotta. I fatti sono avvenuti lunedì, L’autista alla guida dell’ambulanza, per evitare l’impatto con un’auto sbucata all’improvviso, ha frenato improvvisamente. Dietro il mezzo di soccorso un centauro che a seguito della frenata è scivolato e dopo aver aggredito verbalmente l’autista dell’ambulanza lo ha anche aggredito fisicamente, rompendogli il setto nasale.

L’aggressione è stata raccontata, attraverso un post, sulla pagina Nessuno Tocchi Ippocrate: “Il giorno 19 luglio alle ore 20,30 circa a fuorigrotta una ambulanza con solo l’autista a bordo, rientra dopo aver effettuato il servizio di assistenza sanitaria per i vaccini alla mostra d’oltremare, improvvisamente sbuca un auto che esce dal parcheggio alla sua sinistra , per evitare l’impatto frena di colpo. Dietro il mezzo di soccorso un centauro forse distratto, scivola cadendo, quest’ultimo si rialza ed infierisce verbalmente dando la colpa all’autista, mentre lo stesso gli spiega che non è colpa sua ,l’energumero gli scaglia ben tre pugni al volto ,procurandogli la rottura del setto nasale, la cosa più brutta in una città che vanta di essere la città più solidale del mondo, i passanti sono rimasti indifferenti, nessuno si è fatto avanti per soccorrere l’autista sanguinante e frastornato dai colpi ricevuti , lo stesso si è dovuto mettre alla guida, per raggiungere il San Paolo, dove gli hanno diagnosticato la frattura della piramide nasale e un forte stato di shock. Referto 25 giorni salvo complicazioni.”