Giugliano, dimissioni del vice sindaco Mallardo. Parla il sindaco Nicola Pirozzi

Giugliano, dimissioni del vice sindaco Mallardo. Parla il sindaco Nicola Pirozzi

“Ne prendo atto con dispiacere e insieme al Movimento 5 stelle ed a tutta la maggioranza abbiamo già avviato un confronto interno che determinerà nel breve periodo un rilancio dell’amministrazione”


GIUGLIANO IN CAMPANIA – Il Sindaco di Giugliano, Nicola Pirozzi, ha detto la sua in merito alle dimissioni del vicesindaco Pasquale Mallardo. Questo è quanto ha reso noto il primo cittadino del comune a nord di Napoli:

“Si è dimesso dall’esecutivo il vicesindaco con delega alle Politiche sociali Pasquale Mallardo, espressione del Movimento 5 stelle. Mi dispiace perché Mallardo ha dimostrato, in questi mesi di lavoro “spalla a spalla” col sottoscritto e col resto della giunta, non solo una enorme competenza ma sono rimasto molto colpito dalla sua caratura umana. Una persona di spessore, un professionista di valore e di valori. Motivi personali gli impediscono di continuare ad occupare il ruolo di vicesindaco e assessore della nostra città. Ne prendo atto con dispiacere e insieme al Movimento 5 stelle ed a tutta la maggioranza abbiamo già avviato un confronto interno che determinerà nel breve periodo un rilancio dell’amministrazione attraverso la nomina di una giunta ancora più forte e rappresentativa del progetto che vede nel programma votato dai cittadini la sua stella polare.

Ringrazio il Movimento 5 stelle per la posizione pubblica assunta con decisione e determinazione, valori indispensabili per realizzare con successo quest’azione di cambiamento che ci vede e ci vedrà protagonisti fino alla fine della consiliatura. La maggioranza gode di ottima salute, unita, compatta e determinata nel raggiungimento degli obiettivi programmatici e di un’idea di città che rappresenta un collante indissolubile tra le forze della coalizione; il mio impegno, come sempre, non mancherà. Stiamo lavorando sodo tra mille difficoltà eppure siamo riusciti immediatamente a dare una sterzata all’azione dell’amministrazione. Soprattutto sulla fase di programmazione e di organizzazione, caratterizzante dei primi mesi di un ciclo che nel lungo periodo produrrà risultati concreti e verificabili dalla comunità. Dopo l’estate, pubblicamente organizzeremo il bilancio del primo anno di amministrazione per comunicare ciò che abbiamo fatto, ciò che abbiamo messo in campo, tracciando anche un parallelo tra ciò che è stato e ciò che oggi è la nostra città e ciò che è l’amministrazione della nostra città.
Come sempre ci metto la faccia, l’impegno e tutto l’amore possibile per la mia terra. Un’azione di cambiamento radicale, soprattutto di valori e di metodi, possibile grazie ad una squadra di consiglieri comunali, di partiti e di movimenti che hanno un solo obiettivo: migliorare la vivibilità della nostra città. Non sprecheremo tempo ed energie in polemiche, non sprecheremo tempo ed energie per replicare alle strumentalizzazioni che non sono mancate soprattutto da parte di chi oggi denuncia emergenze che, ironia della sorte, non ha saputo affrontare e risolvere in cinque anni di amministrazione. Figuriamoci cosa si poteva fare in soli sette mesi. Eppure, in questi mesi abbiamo fatto tanto e di più. E lo dimostreremo atti alla mano parlando direttamente ai cittadini”.