Giugliano, si allontana dal centro di accoglienza armata di coltello: 26enne rintracciata a Bari

Giugliano, si allontana dal centro di accoglienza armata di coltello: 26enne rintracciata a Bari

La donna è stata denunciata dalla polizia per minacce gravi e aggravate


GIUGLIANO – Prima l’allontanamento violento da un centro di accoglienza di Giugliano. Poi la fuga, conclusasi questa mattina grazie alla polizia che l’ha rintracciata a Bari. Protagonista in negativo della vicenda una 26enne di origini nigeriane che ieri si era allontanata dalla comunità minacciando una operatrice con un coltello e portando via il figlio di due anni del quale non possiede più la potestà genitoriale.

A seguito della segnalazione di una struttura alberghiera di Bari relativa ad una “persona scomparsa”, la donna è stata identificata e fermata. Per lei è scattata la denuncia per minacce gravi e aggravate, oltre che per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità giudiziaria. Il figlio, con la collaborazione di personale dei servizi sociali del Comune di Bari, è stato collocato in una struttura protetta.