Green Pass, il sottosegretario Pierpaolo Sileri: “Non ci sono le condizioni per il modello francese”

Green Pass, il sottosegretario Pierpaolo Sileri: “Non ci sono le condizioni per il modello francese”

In questi giorni Regioni e Governo si confronteranno sulla possibilità di ‘allargarne’ la validità


ROMA – Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri contro il green pass alla francese. Almeno per il momento. “I contagi sono ancora bassi – ha detto – è da valutare in prospettiva per i grandi eventi se le ospedalizzazioni aumenteranno. E’ giusto usare il Green Pass per stadi e discoteche, per i ristoranti direi di no a meno che non si arrivi a 30mila casi al giorno”.

“Il green pass è un’opportunità – ha concluso – non chiamiamolo alla francese, ma solo green pass: è lo strumento adatto da utilizzare per gli eventi a rischio assembramento”. Andarci cauti, dunque. Questo l’appello del sottosegretario in base all’attuale situazione in Italia. In questi giorni Regioni e Governo discuteranno del certificato verde e sulla possibilità di allargare l’obbligo di presentazione dello stesso ad eventi ed attività diverse.

Uno strumento necessario a quanto pare per poter dare un impulso alle vaccinazioni su tutto il territorio nazionale.