“Impurezza oltre il consentito”, 11 lotti di medicinali ritirati su tutto il territorio nazionale: marca e lotti

“Impurezza oltre il consentito”, 11 lotti di medicinali ritirati su tutto il territorio nazionale: marca e lotti

Si tratta di un medicinale diuretico e di alcuni antipertensivi


NAZIONALE – La Società EG EuroGenerici, ha comunicato di aver attivato un richiamo volontario, a scopo precauzionale,  su tutto il territorio, di 11 lotti di specialità medicinali del diuretico Idroclorotiazide e degli antipertensivi Irbesartan, Valsartan e Valbacomp.

Nello specifico si tratta dei lotti: 11DGWA

– AIC 040757320 specialità medicinale Valbacomp 320 mg/25mg compresse rivestite con film con scadenza 30/04/2023, 70322

–  AIC 040664029 specialità medicinali Irbesartan e Idroclorotiazide EG 150 mg/12,5 mg compresse rivestite con film con scadenza 17/01/2022, 64053

–AIC 040664106 specialità medicinali Irbesartan e Idroclorotiazide EG 300 mg/12,5 mg compresse rivestite con film con scadenza 06/10/2021,

11FLVC AIC 040782120 specialità medicinale Valsartan EG 160 mg compresse rivestite con film  con scadenza 31/05/2024,

11GGVA – AIC 040782219         specialità medicinale Valsartan EG 320 mg compresse rivestite con film con scadenza 30/06/2024,

11J1XC – AIC 040782346 specialità medicinale Valsartan EG 40 mg compresse rivestite con film   con scadenza 31/07/2025,

11DHSC – AIC  040782346 specialità medicinale Valsartan EG 40 mg compresse rivestite con film con scadenza 30/04/2025,

11EMVC -AIC 040782031 specialità medicinale Valsartan EG 80 mg compresse rivestite con film con scadenza 31/05/2025,

11DPLA – AIC 040589362            Valsartan e Idroclorotiazide EG 320 mg/25 mg compresse rivestite con film con scadenza 30/04/2023,

11DPMA – AIC 040589362 specialità medicinale Valsartan e Idroclorotiazide EG 320 mg/25 mg compresse rivestite con film con scadenza 30/04/2023

e l’ultimo lotto 11AG2A – AIC 040589119    specialità medicinali Valsartan e Idroclorotiazide EG 160 mg/12,5 mg compresse rivestite con film con scadenza 31/03/2023.

Il provvedimento, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si è reso necessario per la presenza di un’impurezza oltre il consentito, dei lotti delle specialità medicinali indicati.