Incendio in un palazzo, uomo dà fuoco alla casa e aggredisce gli agenti con un coltello

Incendio in un palazzo, uomo dà fuoco alla casa e aggredisce gli agenti con un coltello

L’uomo si è scagliato contro i poliziotti tentando di colpirli


NAPOLI – Uomo dà fuoco alla casa e aggredisce i poliziotti. I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di ieri nel rione Luzzatti, complesso di caseggiati popolari della periferia est di Napoli, i residenti dell’edifico – come riportato da Fanpage, hanno chiamato i Vigili del Fuoco a seguito delle fiamme all’interno dell’appartamento.

Ad appiccare le fiamme era stato  il padrone di casa, un 70enne con precedenti di polizia; stando a quanto emerso l’uomo, che ha anche aggredito i poliziotti, soffrirebbe di problemi mentali; è stato disposto il consulto psichiatrico ed è in corso la valutazione di un Tso. Ieri, poco dopo l’allarme, sono arrivati sul posto i Vigili del Fuoco insieme a una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, inviata dalla Centrale Operativa. In poco tempo i pompieri hanno individuato l’appartamento da cui proveniva il fumo e hanno messo in sicurezza l’area. Gli agenti hanno accertato che ad appiccare l’incendio era stato un 70enne che vive da solo nell’appartamento; alla vista delle divise l’uomo ha dato in escandescenze, ha afferrato un coltello a serramanico e un’asta d’acciaio e si è scagliato contro i poliziotti tentando di colpirli.

Il 70enne è stato disarmato e bloccato dopo una breve colluttazione, durante la quale i poliziotti sono rimasti lievemente feriti; è stato denunciato per danneggiamento a seguito di incendio, minacce, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Le fiamme non si erano ancora propagate a tutta l’abitazione, non hanno quindi fortunatamente causato danni strutturali all’edificio e non è stato quindi necessario sgomberare o procedere con accertamenti sulla stabilità.