Italia campione d’Europa, l’Oms lancia l’allarme: “Festeggiamenti? Ne pagheremo le conseguenze”

Italia campione d’Europa, l’Oms lancia l’allarme: “Festeggiamenti? Ne pagheremo le conseguenze”

“La pandemia di Covid-19 non si prende una pausa per una sera”


NAZIONALE – Sono stati due giorni di festeggiamenti intensi quelli che hanno visto protagonisti gli italiani tra la notte di domenica sera, quando gli azzurri sono riusciti a strappare ai padroni di casa inglesi, a Wembley, il titolo di campioni d’Europa, e lunedì, quando tra le strade della capitale tutta la squadra ha sfilato a bordo di un pullman all’aperto. Ebbene a far suonare il campanello d’allarme per la risalita dei contagi in Italia è stata Maria Van Kerkhove, a capo del gruppo tecnico dell’Organizzazione mondiale della sanità per il coronavirus: «La pandemia di Covid-19 non si prende una pausa per una sera. La variante delta di Sars-CoV-2 approfitterà di persone non vaccinate, accalcate in ambienti affollati, senza mascherina, che urlano, gridano, cantano. È devastante».

Sono diversi, infatti, gli esperti che si aspettano un’impennata dei casi da Coronavirus nei prossimi 7-10 giorni: da  Fabrizio Pregliasco, ricercatore di Igiene generale e applicata dell’Università degli Studi di Milano, ad Andrea Crisanti, direttore del Laboratorio di Virologia e Microbiologia dell’Università-azienda ospedale di Padova. Proprio ieri aveva parlato della situazione anche Roberto Speranza, ministro della Salute: “L’obbligo di utilizzare all’aperto la mascherina può considerarsi sospeso solo nei casi in cui non ce ne sia la necessità, nel momento in cui vi siano assembramenti è dovere di tutti indossarla”, aveva detto in relazione proprio ai grandi assembramenti di persone nelle piazze italiane negli ultimi due giorni.