Morta Raffaella Carrà, il racconto della sua amicizia con Diego: “Si fece arrestare per colpa mia”

Morta Raffaella Carrà, il racconto della sua amicizia con Diego: “Si fece arrestare per colpa mia”

La celebre showgirl aveva parlato del suo legame col campione argentino in occasione della sua scomparsa, qualche mese fa


NAZIONALE – “Maradona l’ho conosciuto in Italia quando lo invitavo ai miei programmi, ma la prima volta è venuto lui da me ed è pure finito in prigione. Io cantavo in una grande arena a Buenos Aires. Era il 1979. Lui avrà avuto 18 anni. L’arena era piena, non c’era più posto, ma lui tentò comunque di entrare per ascoltarmi. Disse ai poliziotti: ‘Non sapete chi sono io!’. Lessi questa storia il giorno dopo sul Clarin. Per colpa mia Diego aveva passato la notte in guardina. Da molto non ci sentivamo”, erano state queste le parole con cui la celebre showgirl, morta oggi, 5 luglio, aveva ricordato Diego Armando Maradona, scomparso anch’egli pochi mesi fa.

Raffaella Carrà aveva addirittura pianto la morte del campione, suo grande amico e ospite nelle sue trasmissioni, protagonista di una pagina storica di Carramba che sorpresa: “E’ stato un grande dolore. Io che non amo fare i video per gli amici, avevo fatto un’eccezione e ho girato un breve filmato per i suoi sessant’anni. Gliel’hanno mandato e mi hanno detto che si è commosso nel vederlo. Eravamo davvero amici. Era un mascalzone, ma generosissimo, capace di slanci incredibili, nonostante la sua vita pericolosa, tra droga e alcol”.