Napoli, indagine dopo l’incendio nella Metro: controlli dei tecnici, disagi su tutta la circolazione

Napoli, indagine dopo l’incendio nella Metro: controlli dei tecnici, disagi su tutta la circolazione

Le Fiamme avevano danneggiato uno dei convogli nuovi di recente acquistati dal Comune


NAPOLI – È scattata l’indagine per l’incendio che ha danneggiato uno dei treni nuovi della Metropolitana di Napoli durante le prove di messa in esercizio.

Per questo motivo anche questa mattina i disagi per i pendolari sono notevoli. I tecnici dell’Anm stanno controllando e l’intera rete elettrica per cui la circolazione potrebbe restare limitata alla tratta tra Piscinola e Dante.

Per raggiungere la Stazione Centrale di piazza Garibaldi necessario lo scalo a piazza Cavour e lo scambio o, in alternativa, la navetta 602 dell’ANM.

“Ritengo inaccettabile – dice il sindacalista Adolfo Vallini – che la società ANM, seppur interrogata, continui a non rendere pubbliche le reali cause che hanno causato l’apertura di un foro nella parte alta del treno, liquidando il tutto con una nota stampa in cui si parla di “problema tecnico” che ha determinato forti surriscaldamenti e fumi. Come USB siamo stanchi di assistere all’utilizzo strumentale del trasporto pubblico per fini propagandistici”.

“La gestione dell’ANM – conclude – è stata fallimentare sotto tutti i punti di vista: i disservizi sono all’ordine del giorno e sotto gli occhi di tutti”.