Orrore in Campania: 18enne violentata da 2 coetanei nei pressi del cimitero

Orrore in Campania: 18enne violentata da 2 coetanei nei pressi del cimitero

Gli abusi sarebbero avvenuti in due momenti diversi, secondo quanto riferito dalla ragazza


minore

BENEVENTO – Una storia di violenza arriva dalla provincia di Benevento. Una ragazza di 18 anni sarebbe stata violentata nei pressi del cimitero di Luzzano da due coetanei. È stata proprio la giovane a denunciare le presunte violenze subite a fine maggio. E dopo la denuncia in Questura sono scattate le indagini che puntano a ricostruire la dinamica di quanto raccontato dalla giovane.

Come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino e da Benevento Occhio Notizie, la ragazza ora sarà chiamata a rendere testimonianza su quanto a denunciato nel pomeriggio del prossimo 13 luglio. Nel mirino degli inquirenti sono finiti due ragazzi di 18 e 19 anni, entrambi di Tocco Caudio ed incensurati.

La giovane, residente a Montesarchio, avrebbe conosciuto il 18enne nella mattinata del 30 maggio. Il giorno dopo sarebbero usciti trascorrendo l’intera mattinata insieme tra Montesarchio e Moiano. Sarebbe stata costretta a subire una violenza sessuale in una zona appartata ma nel pomeriggio sarebbe uscita nuovamente col coetaneo. Un’uscita che avrebbe visto la presenza anche di altri ragazzi, in particolar modo un 19enne, anch’egli di Tocco Caudio, e un’altra coppia.

A quel punto avrebbero raggiunto in auto la zona del cimitero di Luzzano dove la 18enne – secondo quanto denunciato – avrebbe subito una nuova violenza sessuale.