Processo ‘Eco4’, pena inasprita per Cosentino: 10 anni per l’ex coordinatore regionale del Pdl

Processo ‘Eco4’, pena inasprita per Cosentino: 10 anni per l’ex coordinatore regionale del Pdl

La pronuncia dei giudici della Corte di Appello di Napoli: è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa


NAPOLI – Concorso esterno in associazione mafiosa, 10 anni di reclusione. Sono rispettivamente accusa e condanna nei confronti di Nicola Cosentino, ex sottosegretario all’Economia e già coordinatore regionale del Pdl Campania. È il responso dei giudici della quarta sezione del Corte d’Appello di Napoli al termine del processo Eco4 che prende il nome del consorzio che si occupava della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in diversi comuni del Casertano.

Una pena più aspra rispetto a quanto pronunciato in primo grado dai magistrati del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. In quella circostanza (era novembre 2016), Cosentino, assistito dagli avvocati Stefano Montone e Agostino De Caro,  era stato infatti condannato a 9 anni di carcere e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici per concorso esterno in associazione camorristica. La richiesta della Procura generale di Napoli era di 12 anni.