Rider Gianni aggredito e derubato a Napoli, scarcerati i quattro minorenni coinvolti

Rider Gianni aggredito e derubato a Napoli, scarcerati i quattro minorenni coinvolti

Pochi giorni fa la sentenza per i due maggiorenni aveva invece conferito loro la pena di 10 anni di carcere


NAPOLI – Il tribunale del Riesame dei Minori di Napoli ha deciso di scarcerare i quattro minorenni accusati di aver rapinato e picchiato, la notte tra l’1 e il 2 gennaio scorso, il rider Gianni a Calata Capodichino a Napoli. Episodio il  cui video fece il giro del web. La vittima della rapina, due giorni dopo, si stupì della generosità dei napoletani. Dopo tre ore di camera di consiglio, stamani, è stata adottata la scelta di concedere la misura della comunità per i quattro, anche per le relazioni favorevoli degli assistenti sociali dei penitenziari dove erano detenuti.

La decisione è arrivata dopo l’istanza presentata dagli avvocati Luca Mottala, Caterina Sanfilippo, Carlo Ercolino e Raffaele Ottieri che nel giorno della prima udienza al Tribunale minorile avevano chiesto la messa alla prova, provvedimento questo respinto sia dall’accusa che dalla difesa, che avevano deciso per la linea dura dovuta alla «crudeltà» con la quale i quattro, con la complicità di due maggiorenni già condannati a 10 anni, avevano agito. Gli avvocati si sono battuti perché ritengono che pur se hanno commesso un reato grave, hanno comunque la possibilità di redimersi, essendo tutti giovanissimi. Il 23 settembre ci sarà per i quattro il processo con il rito abbreviato.

Fonte: Il Corriere del Mezzogiorno