Spacciatore getta panetto di hashish in giardino: cane lo mangia e muore

Spacciatore getta panetto di hashish in giardino: cane lo mangia e muore

“Il veterinario da cui è stato portato l’animale – spiega il vicesindaco – non ha potuto fare nulla per salvarlo”


SOLERO (MILANO) –  Uno spacciatore si libera di un panetto di hashish gettandolo nel giardino di una villetta, il cane che faceva la guardia lo mangia. E muore di overdose. E’ accaduto nella frazione Villaggio Brollo di Solaro (nell’hinterland milanese), uno dei Comuni del Parco delle Groane dove da tempo i sindaci stanno lottando contro il fenomeno dello spaccio di droga. Il drammatico episodio è stato denunciato sui social.

Ecco i fatti. Nel week end Margot – aveva sei anni ed era un incrocio tra un pastore maremmano e un Rottweiler – dopo una breve agonia, muore sotto gli occhi impotenti della padrona, Alessia. La donna, sotto shock, decide di rivolgersi a un esponente politico impegnato da tempo sul fronte della lotta allo spaccio: si tratta di Dante Cattaneo, vicesindaco e assessore alla Sicurezza di Ceriano Laghetto, un comune limitrofo che condivide con Solaro la piaga della tossicodipendenza nella zona. E’ stato Cattaneo, poi, a rendere pubblica la vicenda postando sulla propria pagina Facebook la lettera ricevuta da Alessia.

“Questo fine settimana è accaduta una cosa per noi orribile – è la lettera denuncia della padrona di Margot – Qualche spacciatore, nel tentativo di liberarsi della dose che aveva addosso, ci ha lanciato nel giardino di casa un panetto di droga e il mio cane lo ha mangiato. Purtroppo non è sopravvissuto”. “Il veterinario da cui è stato portato l’animale – spiega il vicesindaco – non ha potuto fare nulla per salvarlo, ma gli esami a cui l’ha sottoposto hanno rivelato che nello stomaco il cane aveva una notevole quantità di Thc, ovvero tetraidrocannabinolo, principio attivo della cannabis”.

“Quando ho letto il messaggio che mi ha mandato Alessia, la padrona del cane mi si è gelato il sangue nelle vene – si legge ancora nel post di Dante Cattaneo – Margot è stata ammazzata dai venditori di morte che infestano il Parco delle Groane e in particolare la zona di Solaro, lungo la Saronno-Monza”. In passato il vicesindaco di Ceriano Laghetto, all’epoca primo cittadino, aveva organizzato varie sedute del consiglio comunale proprio nei boschi dello spaccio, incoraggiando i cittadini a “riprendersi il Parco delle Groane”.

FONTE: REPUBBLICA.IT