Tangenziale di Napoli, denuncia choc: “Arrivate a me decine di multe destinate ad altri automoblisti”

Tangenziale di Napoli, denuncia choc: “Arrivate a me decine di multe destinate ad altri automoblisti”

“L’ultimo che ho sorpreso a non pagare il pedaggio – spiega la signora Paola – ha cominciato ad inveire contro di me e a minacciarmi di investirmi”


NAPOLI – Chi viaggia in automobile a Napoli e va in Tangenziale sa bene quanti sia facile imbattersi nei ‘furbetti’ del casello, quegli automobilisti che si intrufolano dietre le vetture che pagano allo sportello automatico per poter così usufruire dell’asse viario a scrocco.

Lo sa bene soprattutto la signora Paola che nel corso degli ultimi mesi si è vista recapitare nella propria cassetta postale decine di verbali per “il mancato pagamento del pedaggio.”. Infatti, come racconta la stessa sig. ra Paola, che si è rivolta al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, quando al casello un’auto si intrufola dietro ad un’altra per evitare di pagare il pedaggio, approfittando della sbarra rimasta alzata, scatta la fototrappola ma viene beccata l’auto in testa.

“Mi sono arrivate decine di multe che sono andate a pagare perché non ho il tempo né la forza di contestarle ma sono davvero stufa. Ogni mattina per andare a lavoro prendo la Tangenziale e all’uscita Vomero mi imbatto spesso nei furbetti del casello. L’ultimo l’altro giorno, stavolta però non ce l’ho fatta a tenermi il torto e redarguito l’automobilista scorretto che però ha cominciato ad inveire contro di me e a minacciarmi di investirmi.  Un addetto della Tangenziale ha assistito alla scena e ha chiamato la Polizia che è intervenuta. Il furbetto andava in giro con un’auto che aveva il fermo amministrativo e senza assicurazione, è stato portato via.”- ha spiegato Paola.

“Innanzitutto chiediamo che l’incivile furbetto venga o sanzionato e denunciato e che magari chieda scusa alla signora Paola. Inoltre abbiamo inviato una nota alla società autostrade che gestisce la Tangenziale chiedendo di studiare un piano per incastrare e punire i furbetti del casello senza che vengano coinvolti gli automobilisti onesti e corretti.”- ha dichiarato il Consigliere Borrelli con il conduttore radiofonico Gianni Simioli.