Tragedia in Campania: Vittorio si uccide con un colpo di fucile alla testa

Tragedia in Campania: Vittorio si uccide con un colpo di fucile alla testa

Prima di allontanarsi dalla sua abitazione, l’uomo ha lasciato un biglietto destinato ai familiari


PONTECAGNANO/MONTECORVINO PUGLIANO (SA) – Tragedia tra due comuni della provincia di Salerno per la morte di Vittorio Olivieri. Era scomparso da sabato 3 luglio il 66enne, oggi il drammatico ritrovamento. L’uomo è stato ritrovato dai Carabinieri a Pontecagnano Faiano, in un casolare abbandonato nei pressi del centro sportivo Mary Rosy.

Al momento dell’allontanamento – come riporta salerno.occhionotizie.it – l’uomo indossava jeans e t-shirt azzurra. Il 66enne era a bordo di una Opel Corsa di colore grigio ma non aveva portato con sé il telefono cellulare e i medicinali. L’uomo, affetto da anni da una forma di depressione, si era allontanato da casa con un fucile da caccia (regolarmente detenuto anche se il porto d’armi risultava essere scaduto) sparito da casa.

Il messaggio alla famiglia

Prima di lasciare la sua abitazione della frazione San Vito di Montecorvino Pugliano, l’uomo ha lasciato un biglietto destinato ai familiari ai quali è stata riconsegnata la salma. Vittorio Olivieri, incensurato, viene ricordato come una persona tranquilla. Lavorava come dipendente presso un’azienda che si occupa di cavi dell’alta tensione.