Vacanza da incubo, 120 Italiani bloccati in quarantena a Malta: rientro impossibile anche per i negativi

Vacanza da incubo, 120 Italiani bloccati in quarantena a Malta: rientro impossibile anche per i negativi

In gran parte sono ragazzi minorenni che partecipavano a corsi di lingue organizzati dalle scuole


NAZIONALE – Sono circa 120 gli italiani bloccati a Malta in quarantena Covid, in gran parte sono ragazzi minorenni che partecipavano a corsi di lingue organizzati dalle scuole. La comparsa di un focolaio di contagio li ha costretti all’isolamento per evitare il diffondersi del Coronavirus. Il Ministero degli Esteri si sta interessando alla questione per permettere il loro rientro in sicurezza ma le normative vigenti  attualmente impediscono ogni ritorno in Italia anche per chi è risultato negativo al tampone, almeno per 14 giorni.

Gli attuali positivi sono 50, altri sono in isolamento per essere entrati in contatto con i compagni infetti. L’ambasciata si è mobilitata inviando funzionari presso le strutture dove i nostri connazionali sono stati posti in isolamento fornendo loro beni di prima necessità. Intanto, tramite l’Unità di Crisi della Farnesina, è stata attivata anche una collaborazione da remoto con l’Istituto Spallanzani, che si terrà in contatto con le controparti sanitarie maltesi per le cure del caso.