Afghanistan, a Napoli i primi 36 profughi sono stati vaccinati contro il Covid-19

Afghanistan, a Napoli i primi 36 profughi sono stati vaccinati contro il Covid-19

Tutti i cittadini afghani trasferiti in Campania si trovano al Covid Residence dell’Ospedale del Mare, in attesa della quarantena obbligatoria prevista per chi arriva dall’estero


CAMPANIA – È iniziata la campagna di vaccinazione per i 127 profughi afghani arrivati in Campania nei giorni scorsi. Di questi però non tutti riceveranno il vaccino: 8 hanno spiegato di essersi già sottoposti alla somministrazione, 23 sono bambini sotto i dodici anni, e altri due non potranno riceverlo a causa della positività al tampone molecolare, di uno, e il ricovero in degenza ospedaliera della seconda, una donna.

In totale dunque sono 94 su 127 i profughi che riceveranno la vaccinazione, in 36 hanno già ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer nella giornata di ieri. Tutti i cittadini afghani evacuati in Italia e trasferiti in Campania si trovano attualmente al Covid Residence dell’Ospedale del Mare di Ponticelli, nel quartiere orientale di Napoli, in attesa della quarantena obbligatoria di dieci giorni prevista per chi arriva dall’estero.

Per quanto riguarda la donna ricoverata in ospedale, la degenza non è dovuta al Covid-19 ma ad una frattura scomposta del piatto tibiale esterno con cui era già sbarcata a Roma.