Dà fuoco al portone di una Chiesa nel Casertano: individuato il responsabile del raid

Dà fuoco al portone di una Chiesa nel Casertano: individuato il responsabile del raid

L’uomo, che ha utilizzato un liquido infiammabile, è lo stesso di altri atti vandalici compiuti in passato


CAPODRISE – E’ stato individuato grazie alle telecamere di sorveglianza l’autore del raid vandalico alla chiesa di Sant’Andrea Apostolo in via Giannini, a Capodrise. E’ accaduto questa notte quando l’uomo ha appiccato il fuoco all’esterno del portone principale utilizzando liquido incendiario. Fortunatamente, però, l’intervento tempestivo dei vigili del fuoco ha evitato conseguenze più gravi.

Tanta rabbia da parte dell’amministrazione locale, degli onesti cittadini e del parroco, don Giuseppe, che ha commentato così la ‘scoperta’ del responsabile: “E’ lo stesso dello scorso anno ovviamente: scrisse “w la f..” sulla lastra di marmo settecentesca del portale della chiesa madre, tentò di appiccare il fuoco ma venne distolto dai passanti. E’ anche quello che fa la pipì ovunque, pure sul portone della chiesa, che rompe le buste dell’immondizia fuori al bar difronte la chiesa e sversa i rifiuti sul sagrato, che imbratta i muri delle case e del cimitero di Capodrise, che bestemmia ovunque. Tutto sempre opportunamente denunciato per iscritto a chi di dovere”.

“Grazie alle telecamere del Comune – conclude – questo è stato nuovamente possibile: la sua identità è stata riconosciuta. Speriamo però non finisca come le altre volte: continuiamo a pregare per lui e a sperare che ognuno di noi faccia sul serio la propria parte”.