In arrivo nuova ondata di caldo: mercoledì bollino rosso in 8 città, picchi di 41 gradi

In arrivo nuova ondata di caldo: mercoledì bollino rosso in 8 città, picchi di 41 gradi

Un’ondata di caldo che gli esperti definiscono “un evento estremo con pochi precedenti”


ITALIA – In arrivo nelle prossime ore una nuova ondata di calore che coprirà, in particolare mercoledì, tutta la penisola, ad esclusione dell’area nord-ovest con Genova e Torino. Il sistema di allerta del ministero della Salute, online sul sito del dicastero, vede per domani 4 città a bollino rosso e 9 arancione che mercoledì diventeranno rispettivamente 8 e 13 sulle 27 città monitorate. Il bollino arancione indica le temperature elevate e le condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione, in particolare in alcuni gruppi di popolazione. Quello rosso il rischio che persiste per 3 o più giorni. Un’ondata di caldo che gli esperti definiscono “un evento estremo con pochi precedenti”, provocato da un campo di alta pressione sub-tropicale che investirà il Mediterraneo e che avrà il suo epicentro nelle giornate fra martedì e giovedì. Secondo il bollettino delle ondate di calore del ministero della Salute, l’allerta di “livello 3”, la più elevata (contrassegnata dal colore rosso) riguarderà quattro città domani 10 agosto (Bari, Campobasso, Rieti e Roma) e otto dopodomani (Bari, Campobasso, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti e Roma). Sempre l’11 agosto, picchi di temperature percepite di 41 gradi a Catania e Palermo.

SARDEGNA 44 GRADI

Doppia allerta per ondata di calore e incendi in tutta la Sardegna. Da oggi, lunedì 9 agosto, e fino almeno a venerdì 13, sulla regione si prevedono temperature massime diffusamente oltre i 37 gradi e localmente ben oltre i 40°C. Il Servizio di Protezione Civile regionale ha diramato un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse in vigore dalle 10 di oggi alle 18 di venerdì 13. Plausibile, secondo quanto indicato nel bollettino di Allerta, che al culmine del fenomeno, tra martedì 10 e mercoledì 11 agosto, le temperature possano raggiungere di pomeriggio isolati picchi superiori ai 44°C e che le minime notturne rimangano diffusamente oltre i 24 gradi con locali picchi oltre i 30°. A questo si aggiunge un nuovo bollettino di previsione di pericolo incendio emanato dalla Protezione Civile regionale per la giornata di oggi e che riguarda tutta la Sardegna occidentale, comprese le zone interne e, ancora una volta, l’Oristanese, teatro del gigantesco rogo di fine luglio.

Questa sarà la settimana del grande caldo e la Protezione Civile lancia l’allarme: nei prossimi giorni il rischio incendi aumenterà in tutto il paese, complici temperature che potrebbero superare i 45 gradi, e dunque è necessaria la massima attenzione da parte delle istituzioni e la collaborazione dei cittadini. A chiedere il massimo impegno per evitare una nuova emergenza è il capo del Dipartimento Fabrizio Curcio, alla luce delle previsioni meteo: fino a Ferragosto l’Italia sarà investita da un’ondata di caldo africano, con temperature che arriveranno a 45 gradi al Sud, a 36-37 gradi nelle città della pianura Padana e fino a 28-30 gradi a 1.500 metri. “Un evento estremo con pochi precedenti” dicono gli esperti, provocato da un campo di alta pressione sub-tropicale che investirà il Mediterraneo e che avrà il suo epicentro nelle giornate tra martedì e giovedì. Le prime avvisaglie di quel che potrebbe accadere si stanno già registrando in queste ore, con i Canadair e gli elicotteri della flotta aerea dello Stato che sono in volo da stamattina per contribuire allo spegnimento di 28 incendi: fiamme in Sicilia, dalle Madonie ai Nebrodi fino al palermitano, un intero bosco bruciato a Sogliano del Rubicone, in provincia di Cesena, decine di roghi sull’Aspromonte sui quali stanno operando diversi velivoli.