Incidente a Capri, dopo ore di lavoro riportato in strada da una gru il bus precipitato

Incidente a Capri, dopo ore di lavoro riportato in strada da una gru il bus precipitato

L’operazione si è conclusa accompagnata dagli applausi e la commozione dei presenti


CAPRI – Erano iniziate ieri a Capri le operazioni per la rimozione del minibus che lo scorso 22 luglio precipitò su uno stabilimento balneare, provocando la morte dell’autista Emanuele Melillo. I vigili del fuoco hanno operato con l’ausilio di mezzi e tecnici giunti da Napoli: a coordinare il lavoro il comandante provinciale Giovanni Russo, ma sul posto ci sono stati anche il sindaco di Capri Marino Lembo e le forze dell’ordine di stanza sull’isola, oltre ai vigili del fuoco della locale stazione diretti da Vincenzo Medugno.

Ebbene in funzione c’è stata una gru speciale, che dopo ben dodici ore è riuscita a recuperare il pulmino dell’Atc tra la commozione e gli applausi dei presenti. La chiusura, seppur parziale dato il vuoto lasciato dalla scomparsa del giovane Emanuele, di una delle parentesi più orribili della storia dell’isola.