Incinta a Napoli, non si vaccina e ha il Covid: parto prematuro, gravi mamma e bambino

Incinta a Napoli, non si vaccina e ha il Covid: parto prematuro, gravi mamma e bambino

Sia la 31enne che la sua famiglia avevano deciso di non vaccinarsi perché preoccupati per le eventuali reazioni avverse


NAPOLI – Dramma legato probabilmente al mancato vaccino anti-Covid. Una donna napoletana di 31 anni è ricoverata al Policlinico Federico II di Napoli in terapia intensiva per una polmonite dopo essere stata trovata positiva al Coronavirus e aver partorito al sesto mese. Né lei, né il marito e nemmeno il resto della sua famiglia erano vaccinati e ora sono tutti positivi, bambini inclusi. La mamma e la sua famiglia, come raccontato da Il Mattino e Openonline.it, avevano deciso di soprassedere sull’immunizzazione perché preoccupati per le eventuali reazioni avverse.

La donna è stata ricoverata dopo i primi sintomi in un reparto Covid e poi trasferita in rianimazione. Ieri mattina il parto cesareo per salvare il bambino. Il piccolo è nato poco prima delle 13 e ha serie difficoltà respiratorie e di alimentazione. Ma i medici sono ottimisti: dovrebbe farcela. La madre, dopo l’intervento, è tornata in rianimazione. «Un’epoca gestazionale così precoce – spiegano al quotidiano i pediatri dell’ospedale – può causare esiti neonatali molto gravi. C’è un alto rischio di mortalità e disabilità a breve e lungo termine». Lei ha avuto altri tre figli. Il dipartimento dell’ospedale dispone di un percorso dedicato per far nascere i bambini in sicurezza anche in caso di contagio e malattia.