Investita ed uccisa sulle strisce pedonali: Arianna muore a soli 28 anni. Era campana

Investita ed uccisa sulle strisce pedonali: Arianna muore a soli 28 anni. Era campana

Il fidanzato era con lei al momento dell’incidente ma non ha potuto fare nulla. La coppia stava per sposarsi


SALERNO/MILANO – Vibonati, paese della provincia di Salerno, è sotto shock per la morte improvvisa di Arianna Nicodemo. La ragazza di soli 28 anni ha perso la vita in un incidente stradale nel milanese. La giovane viveva a Vigevano  insieme ai genitori. Il padre Domenico  è vibonatese ma da anni vive al nord dove si trasferì per lavoro e dove è nata e cresciuta la figlia scomparsa tragicamente a Vittuone sulla provinciale 11.

La ragazza stava attraversando la strada sulle strisce pedonali quando è stata travolta da una Fiesta guidata da un ingegnere di 47 anni di Rho. L’uomo appena si è accorto di quanto accaduto si è fermata a soccorrere la 28enne e a dare l’allarme. Purtroppo per lei non c’è stato nulla da fare . L’automobilista  sarebbe risultato positivo all’alcol test .

Per il momento è sotto inchiesta per omicidio stradale. L’incidente si verificato martedì sera ma a Vibonati la drammatica notizia si è diffusa nella giornata di oggi gettando nello sconforto parenti e amici della ragazza, nipote, tra gli altri, del comandante della Polfer di Sapri Carmine Nicodemo. E’  il fratello del padre della giovane vittima.  Arianna era un insegnate d’asilo. Aveva una sorella gemella ed un fratello, agente di polizia. Suo padre Domenico, ex poliziotto, oggi in pensione, è stato in servizio presso il commissariato di Vigevano. Il fidanzato era con lei al momento dell’incidente ma non ha potuto fare nulla. Erano prossimi al matrimonio.

FONTE: ILMATTINO.IT