La camorra torna a sparare a Napoli: ucciso nella notte il ras Salvatore De Martino

La camorra torna a sparare a Napoli: ucciso nella notte il ras Salvatore De Martino

La vittima si trovava in via De Meis in compagnia di un 49enne ferito in maniera non grave


NAPOLI – La camorra torna a sparare a Napoli. Nella notte è stato ucciso il ras Salvatore De Martino: 46 anni da compiere, è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale Villa Betania in compagnia del 49enne Salvatore Scarpato, di Cercola, anch’egli ferito ma in maniera non grave. Le condizioni di De Martino erano invece apparse subito disperate tant’è che lo stesso sarebbe morto poco dopo in ospedale.

Secondo le forze dell’ordine che stanno ricostruendo l’accaduto, i killer sarebbero arrivati in moto e la loro azione sarebbe stata fulminea: avrebbero esploso numerosi colpi di pistola in corsa mentre erano su via De Meis e in maniera così rapida da non permettere ai due di accorgersi della loro presenza e reagire o scappare. Dopo l’accaduto, nel nosocomio del quartiere di Ponticelli sono arrivati poi numerosi familiari della vittima che hanno sfogato la loro rabbia procurando diversi danni alla struttura.

La polizia è arrivata sul posto per iniziare le indagini: ancora tanti i dubbi da sciogliere ma è chiaro che a Ponticelli è ripresa ufficialmente la faida tra clan della zona. Da una parte i De Luca Bossa-Minichini, dall’altra i De Martino-De Micco in una guerra storica nell’ex regno dei Sarno destinata a portare dietro di sé una striscia di sangue ancora lunga.