Lady Camorra, Maria Licciardi resta in cella: il gip convalida il fermo

Lady Camorra, Maria Licciardi resta in cella: il gip convalida il fermo

La donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere


NAPOLI – Resta in cella Maria Licciardi. Il gip ha convalidato il fermo eseguito a Ciampino, nonostante l’età dell’indagata (ha compiuto settanta anni). La donna, oggi durante l’udienza di convalida del fermo, si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

La “Lady Camorra” è stata arrestata sabato 7 agosto  all’aeroporto di Ciampino mentre era diretta in Spagna dove pare avesse già trasferito una gran parte del patrimonio e dove si trova da tempo la figlia Regina. Maria Licciardi è accusata di associazione di tipo mafioso, estorsione, ricettazione di denaro di provenienza illecita, turbativa d’asta. Tutti i reati sono aggravati dalle finalità mafiose.

LA MOTIVAZIONE DEL SILENZIO

“Abbiamo scelto di avvalerci della facoltà di non rispondere semplicemente perché non abbiamo avuto tempo sufficiente per leggere il corposo fascicolo che siamo riusciti ad acquisire, con non poche difficoltà, solo nel primo pomeriggio di ieri”. Così il penalista Edoardo Cardillo, come riportato da Il Mattino, avvocato difensore di Maria Licciardi, ha spiegato la scelta.

“Ritengo insussistente, quasi una forzatura, il pericolo di fuga – continua l’avvocato Cardillo – basato esclusivamente sulla circostanza che la signora Licciardi non è stata trovata in possesso di un biglietto di ritorno in Italia”