Muore dopo tre interventi chirurgici: salma sequestrata, indaga la Procura

Muore dopo tre interventi chirurgici: salma sequestrata, indaga la Procura

I familiari vogliono chiarezza su quanto successo


SANTA MARIA CAPUA VETERE – Un semplice intervento di riduzione di un’ernia addominale si trasforma in tragedia: Marietta Formicola, muore dopo 3 interventi.

Doveva essere un intervento chirurgico semplice, per la riduzione di una ernia addominale; pochi giorni e sarebbe ritornata a casa. Invece, purtroppo, è morta pochi giorni dopo il primo intervento chirurgico, nonostante un secondo ed un terzo, disperato intervento, attuato in una diversa struttura sanitaria. I familiari vogliono chiarezza su quanto successo e per questo, sulla morte della maestra, indaga la procura di Santa Maria Capua Vetere che ha disposto il sequestro della salma per eseguire i necessari esami medico legali.

I fatti sono avvenuti alcuni giorni fa la donna era ricoverata in una clinica privata del capoluogo matesino – Villa dei Pini – per essere sottoposta ad un intervento chirurgico. La 74enne subito dopo l’intervento ha accusato dei fortissimi dolori addominali. Scoperto quale fosse la causa, la donna è stata trasferita presso l’Ospedale AGP di Piedimonte Matese dove i medici hanno tentato un secondo e un terzo disperato intervento, con la speranza di salvare la vita alla paziente. Purtroppo la donna, dopo qualche giorno è deceduta nel reparto di rianimazione. E’ scattata la denuncia da parte dei familiari che intendono fare chiarezza sulla vicenda. La Procura ha disposto il sequestro della salma. Chiaramente saranno le indagini a spiegare l’intera vicenda ed eventuali responsabilità di medici e sanitari. Per ora tutto resta nel campo delle ipotesi. La morte di Marietta Formicola sarebbe avvenuta per un diffuso stato di infezione agli organi interni.