Notte da incubo a Nola, Nino morto dopo malore. La moglie: “Ambulanza in ritardo, inaccettabile”

Notte da incubo a Nola, Nino morto dopo malore. La moglie: “Ambulanza in ritardo, inaccettabile”

“Non si può morire così a soli 30 anni”


NOLA – Non poteva cominciare in modo peggiore la giornata di oggi, sabato 21 agosto, per la comunità di Nola e limitrofi, a causa della scomparsa di Nino Napolitano. A darne annuncio il gruppo Facebook cittadino “Noi che amiamo Nola”: “Sentite Condoglianze ad Eduardo Napolitano “o luong” per la perdita del caro figlio Nino. Un altro bravo ragazzo di 30 anni che ci lascia”, si legge.

Ancora da chiarire le precise cause del decesso del giovane, certo è che nel corso della notte appena trascorsa Nino avrebbe accusato un malore, tanto da spingere la famiglia a chiamare i soccorsi, ma purtroppo il ragazzo non ce l’ha fatta. In particolare, sua moglie Larissa ha denunciato sui social un ritardo nell’arrivo dell’ambulanza, che a sua detta sarebbe stato decisivo nel decesso: “Vi devo denunciare, non si può morire così a 30 anni. L’ambulanza ha impiegato un’ora e mezza per arrivare, altrimenti mio marito sarebbe ancora stato con me”, scrive circa due ore fa. Seguiranno aggiornamenti.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e spazio al chiuso