Omicidio a Pianura, svolta nelle indagini: Antonio punito per uno sgarro

Omicidio a Pianura, svolta nelle indagini: Antonio punito per uno sgarro

Gli inquirenti seguono due piste: quella della droga e delle baby gang


NAPOLI –  Omicidio a Pianura: si segue la pista degli affari legati allo spaccio di droga e delle baby gang. Antonio Zarra, 25 anni, la vittima, avrebbe pagato con la vita uno sgarro commesso a chi non perdona intromissioni. Indagini in corso da parte dei carabinieri per ricostruire la rete di relazioni e le amicizie che frequentava.

Soprattutto negli ultimi tempi, come riportato da Il Mattino, il 25enne ucciso con sette colpi di una calibro 9 avrebbe iniziato a frequentare personaggi a dir poco discutibili della zona di Pianura. Pur trovandosi in una condizione economicamente agiata. Gli inquirenti sono più che convinti: la sua morte va inquadrata, per logica e modalità di esecuzione nell’agguato, in un chiaro contesto camorristico.