Panico al carcere di Santa Maria Capua Vetere, detenuto appicca il fuoco nella sua cella

Panico al carcere di Santa Maria Capua Vetere, detenuto appicca il fuoco nella sua cella

Una intensa colonna di fumo nero e acre ha riempito la Sezione detentiva. Il tempestivo e professionale intervento dei poliziotti penitenziari ha consentito la messa in sicurezza dei numerosi detenuti


SANTA MARIA CAPUA VETERE – Paura per un incendio divampato nel  carcere di Santa Maria Capua Vetere nella serata di ieri. La denuncia è stata fatta da Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziari: “Nella tarda serata di ieri un detenuto in evidente stato di agitazione, nel Reparto Tevere, ha posto in essere una immotivata azione di protesta. Il ristretto ha appiccato il fuoco alle suppellettili della propria cella ove le fiamme propagatesi velocemente e senza controllo hanno avvolto alcuni materassi. Una intensa colonna di fumo nero e acre ha riempito la Sezione detentiva. Il tempestivo e professionale intervento dei poliziotti penitenziari ha consentito la messa in sicurezza dei numerosi detenuti presenti nella sezione, facendoli riparare all’esterno nei cortili passeggi. Poi si è provveduto allo spegnimento dell’incendio che ha causato tanta tensione e panico”.