Porta con sè le 3 figlie, affidate all’ex moglie, e tenta di fuggire in Tunisia: arrestato

Porta con sè le 3 figlie, affidate all’ex moglie, e tenta di fuggire in Tunisia: arrestato

Qualche giorno fa, il 40enne aveva anche rapinato un’abitazione e violentato la moglie del proprietario per farsi consegnare tutti i beni di valore


TRAPANI – Stava per scappare in Tunisia dopo aver portato con sè le tre figlie, affidate in via esclusiva alla ex moglie, una donna del sud della Francia. Ma i carabinieri di Mazara del Vallo (Trapani) hanno fermato l’uomo, un 40enne originario della Tunisia, prima che si imbarcasse, l’hanno arrestato e hanno messo in salvo le tre bambine. Contro di lui era stato emesso un mandato di arresto europeo per gravi reati.

La paura – E’ finito così l’incubo di una madre che vive in un piccolo paese della Francia meridionale con le sue tre bambine. Non avendo più notizia da qualche giorno delle sue figlie, la donna si era subito rivolta all’Arma dei carabinieri temendo proprio che l’ex marito intendesse fuggire nel suo Paese d’origine con le figlie passando dall’Italia. E i militari, con la collaborazione della Gendarmeria nazionale francese, avevano diramato le ricerche su tutto il territorio. Oltre che per aver sottratto le piccole alla madre, l’uomo era infatti ricercato anche per altri gravi reati.

I reati – Secondo gli investigatori francesi qualche settimana fa, con tre complici, aveva rapinato in Francia un’abitazione e violentato la moglie del proprietario per farsi consegnare tutti i beni di valore. In seguito ai gravi indizi di colpevolezza contro di lui i francesi lo cercavano per rapina aggravata, violenza sessuale di gruppo e sequestro di persona.

La tentata fuga – Il tunisino, sapendo di essere in pericolo, aveva deciso di tornare in Tunisia ma prima della fuga aveva prelevato le tre figlie. A segnalarlo ai carabinieri di Mazara è stato un cittadino che aveva notato in paese uno straniero in compagnia di tre bambine. I carabinieri lo hanno raggiunto e trovato senza documenti. Le piccole, non in buone condizioni, sono state affidate a una comunità per i minori in attesa della madre che, subito avvisata dai colleghi francesi, sta per raggiungerle. Il tunisino è stato arrestato e portato nel carcere di Trapani, su disposizione della Corte d’appello di Palermo.

FONTE: TGCOM24.IT