Rapine aggravate, erano il terrore del quartiere: presi due giovanissimi

Rapine aggravate, erano il terrore del quartiere: presi due giovanissimi

Gli arrestati, classe 2000, utilizzavano anche strumenti idonei al travisamento


NAPOLI – Nella giornata odierna, la Squadra Mobile di Napoli ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Napoli nei confronti di C. P. e E. A. entrambi cl.2000, rispettivamente di 21 e 22 anni, gravemente indiziati di diverse rapine aggravate dall’utilizzo delle armi e di strumenti idonei al travisamento, consumate a fine dicembre del 2020 nel quartiere Ponticelli.

Le investigazioni, avviate a seguito di alcune rapine perpetrate in quella zona della città e denunciate dalle vittime, sono proseguite attraverso lo studio del modus operandi dei rapinatori: gli accertamenti sulle targhe rilevate avevano permesso, già a fine dicembre 2020, di arrestare in flagranza di reato uno dei responsabili.

I successivi approfondimenti condotti mediante l’analisi dei contenuti di un telefono cellulare sequestrato hanno, inoltre, permesso di ricostruire analoghi episodi criminali compiuti con le stesse modalità e di acquisire elementi probatori a carico degli odierni arrestati.

I due giovani sono stati successivamente condotti presso il carcere di Poggioreale.