Ras De Martino ucciso nella notte, i parenti sfasciano il Pronto Soccorso: “E’ inconcepibile”

Ras De Martino ucciso nella notte, i parenti sfasciano il Pronto Soccorso: “E’ inconcepibile”

“Servono presidi fissi di forze dell’ordine all’interno delle strutture ospedaliere e tolleranza zero per i violenti”


NAPOLI – Risaliva a poche ore fa la notizia del decesso del ras Salvatore De Martino: 46 anni da compiere, era arrivato al pronto soccorso dell’ospedale Villa Betania in compagnia del 49enne Salvatore Scarpato, di Cercola, anch’egli ferito ma in maniera non grave. Le condizioni di De Martino erano invece apparse subito disperate tant’è che lo stesso sarebbe morto poco dopo in ospedale.

A denunciare la reazione dei parenti è stato il presidente di Nti: “È accaduto poche ore fa, i familiari della vittima, portata al pronto soccorso, hanno cominciato a sfasciare tutto quando hanno appreso la notizia della dipartita del parente”. “Siamo senza parole nonostante non sia certo il primo episodio di questo genere che si verifica all‘interno di un pronto soccorso e non sarà l ‘ultimo se non si prendono contromisure. Servono presidi fissi di forze dell’ordine all’interno delle strutture ospedaliere e tolleranza zero per i violenti. Chiediamo pene aspre per i due soggetti che hanno sfasciato il pronto soccorso di Villa Betania, solo con la certezza della condanna questo fenomeno può essere contrastato. Violenza e terrore non posso entrare nei pronto soccorso, è inconcepibile. ”. Ha commentato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

La ricostruzione dei fatti

Secondo le forze dell’ordine che stanno ricostruendo l’accaduto, i killer sarebbero arrivati in moto e la loro azione sarebbe stata fulminea: avrebbero esploso numerosi colpi di pistola in corsa mentre erano su via De Meis e in maniera così rapida da non permettere ai due di accorgersi della loro presenza e reagire o scappare. Dopo l’accaduto, nel nosocomio del quartiere di Ponticelli sono arrivati poi numerosi familiari della vittima che hanno sfogato la loro rabbia procurando diversi danni alla struttura.