Terra dei fuochi, controlli a tappeto tra Napoli e Caserta: scattano sequestri e denunce

Terra dei fuochi, controlli a tappeto tra Napoli e Caserta: scattano sequestri e denunce

Attenzione particolare nei Comuni di Villa Literno, Gricignano d’Aversa, Giugliano e Acerra


NAPOLI / CASERTA – Proseguono senza sosta i controlli delle forze dell’ordine contro il fenomeno della Terra dei fuochi. L’attenzione, come noto, è rivolta soprattutto all’attività di sversamento abusivo di rifiuti, spesso propedeutica a nuovi roghi tossici. Gli interventi dell’Esercito, a sostegno di forze dell’ordine e Polizia Municipale, nella zona tra le province di Napoli e Caserta. Ed è stata la Prefettura di Napoli a comunicare i risultati del monitoraggio svolto nell’ultima settimana.

Nell’ambito delle attività di presidio del territorio dell’operazione Strade Sicure del raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano su base reggimento Cavalleggeri “Guide”, sono stati assicurati nella trascorsa settimana 385 servizi di pattuglia e come risultati operativi sono stati rilevati: 10 roghi, 254 persone identificate di cui una denunciata in stato di libertà, 172 veicoli controllati, di cui 4 sequestrati.

“In particolare – si legge nel comunicato – nelle giornate del 29, 30 e 31 Luglio 2021 l’Esercito è intervenuto su inizi di incendio con il successivo arrivo dei vigili del fuoco e delle forze di polizia nei comuni di Villa Literno, Gricignano d’Aversa, Giugliano in Campania e Acerra. Si sono inoltre svolte attività di controllo sul territorio per lo sversamento illecito di rifiuti, nelle località di Napoli e Caserta. Prosegue l’attività di controllo delle zone interessate agli sversamenti e le possibili attività riconducibili, con il prezioso aiuto della squadra Raven dell’Esercito Italiano”.

Nel corso delle operazioni di maggior rilievo della settimana scorsa è stato assicurato il necessario supporto di polizia giudiziaria degli agenti di polizia municipale di Giugliano in Campania (Na), polizia municipale di Villa Literno (Ce) e polizia municipale di Acerra (Na). L’attività si inquadra nelle azioni di “primo e secondo livello” (cioè operate h24 da pattuglie dall’Esercito ovvero da pattuglie miste con il supporto delle polizie locali o dei presidi territoriali dei carabinieri) che si aggiungono ai settimanali Action Day, secondo la programmazione definita dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della Cabina di Regia della “Terra dei Fuochi“, sempre con il coordinamento delle Prefetture di Napoli e Caserta.