Tragedia in spiaggia, padre-eroe muore per salvare i figli travolti dalle onde

Tragedia in spiaggia, padre-eroe muore per salvare i figli travolti dalle onde

I due fratellini, 7 e 9 anni, sono stati trascinati dalle onde in un punto pericoloso. Il papà vedendoli in pericolo non ha esitato a tuffarsi per salvarli


ROMA – Tragedia in spiaggia papà si tuffa in mare per salvare i suoi figli e muore. I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di ieri a Ladispoli, nella spiaggia libera di via Marina Torre Flavia.

Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto, la famiglia era arrivata da solo dieci minuti quando i due figli, una bambina di 7 anni e il fratello di 9 anni, si sono tuffati in acqua: la corrente li ha trascinati in un punto pericoloso per via della risacca. Il padre – come riporta Il Messaggero – vedendoli in difficoltà non ci ha pensato due volte e si è tuffato seguito subito da tre bagnini. I piccoli, dopo essere stati soccorsi, sono stati portati in codice rosso all’ospedale Gemelli di Roma in elicottero: qui sono stati ricoverati ma non sarebbero in pericolo di vita. Nulla invece sono serviti i disperati tentativi di salvare la vita al padre, Massimo Armeni 64enne romano, di Castel di Leva, a Ladispoli in vacanza con la famiglia: è morto poco dopo aver cercato disperatamente di portare a riva i suoi bambini.

I primi a praticare le tecniche di primo soccorso sono stati i tre bagnini. A cercare disperatamente di salvare la vita a Massimo Armeni anche i tanti paramedici e medici del 118: dopo qualche minuto però non hanno potuto far altro che accertare il decesso. Ora laPolizia Municipale di Ladispoli e la Capitaneria di porto di Ladispoli-San Nicola indagano sull’accaduto: resta ancora da ricostruire passo per passo quanto accaduto. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della stazione locale di via Livorno.