Trovato morto in casa a 51 anni: ad ucciderlo potrebbe essere stata la compagna

Trovato morto in casa a 51 anni: ad ucciderlo potrebbe essere stata la compagna

La 36enne avrebbe colpito più volte alla testa il 51enne con una bottiglia di vetro. Le indagini dei Carabinieri


PALERMO – Forse una lite finita in tragedia. Potrebbe essere questa la causa della morte di un uomo di 51 anni, trovato in casa di via Pagliarelli a Prizzi, vicino Palermo. Ad ucciderlo sarebbe stata la sua compagna di 36 anni che lo avrebbe colpito più volte alla testa con una bottiglia di vetro. Secondo le indagini dei Carabinieri della compagnia di Lercara Friddi, si tratterebbe di un omicidio.

La compagna della vittima si trova in caserma ed è stata interrogata tutta la notte. La ricostruzione della dinamica Secondo una prima ricostruzione il litigio tra i due sarebbe avvenuto nel pomeriggio di ieri. Poi la donna avrebbe afferrato una bottiglia di vetro e avrebbe colpito il compagno fino ad ucciderlo. La donna in stato confusionale è uscita vagando per le strade del paese. Un poliziotto l’avrebbe avvicinata cercando di capire cosa fosse successo. Poi è stato scoperto il cadavere dell’uomo e sono stati chiamati i Carabinieri. Quindi nella notte è arrivato in casa il medico che ha constatato il decesso.

Poi il medico legale e il pm di turno della procura di Termini Imerese che coordina le indagini. Sempre da quanto emerso sembra che i due si siano conosciuti sui social e lei, di Rovigo, si sia trasferita a Prizzi. I rapporti però negli ultimi tempi erano tesi e i due litigavo spesso. Sono stati sentiti anche i vicini di casa per cercare di ricostruire quanto accaduto ieri sera.

FONTE: RAINEWS24.IT