Uccide la moglie e la figlia 15enne, poi si toglie la vita: in una lettera le motivazioni del folle gesto

Uccide la moglie e la figlia 15enne, poi si toglie la vita: in una lettera le motivazioni del folle gesto

Avrebbe giustificato la decisione di uccidere la figlia dichiarando che “non voleva lasciarla sola”


MILANO – I tragici eventi sono avvenuti a Carpiano, in provincia di Milano, ieri pomeriggio 22 agosto quando un uomo ha ucciso la moglie e la figlia 15enne, ha chiamato i Carabinieri e poi si è tolto la vita. L’omicida risponde al nome di Salvatore Staltari, 70 anni, il cui cadavere è stato ritrovato in casa insieme a quello della moglie Catherine Panis, 41enne originaria delle filippine, e della figlia Stefania, uccise probabilmente nel sonno, a colpi di pistola.

Prima di compiere il folle gesto, l’uomo ha scritto una lettera di 5 pagine, ritrovata dopo l’omicidio. Nel biglietto, secondo quanto riportato da “La Repubblica”, avrebbe descritto alcune difficoltà a causa di dissidi con la moglie, e avrebbe poi descritto la decisione di uccidere la figlia dichiarando che “non voleva lasciarla sola”.

“La tragedia che si è verificata oggi è il miglior modo per essere ricordati come colossali vigliacchi – ha detto il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro, che guida le indagini, stando a quanto riportato da “Repubblica” -. Non esistono problemi così insormontabili da giustificare il suicidio e l’omicidio”.