Weekend da bollino nero, traffico da nord a sud. In arrivo caldo rovente

Weekend da bollino nero, traffico da nord a sud. In arrivo caldo rovente

A Fiumicino flusso sostenuto di turisti in partenza


ITALIA – Quella in arrivo sarà una settimana di caldo rovente, con un’ondata di calore che si preannuncia forse la più torrida di questa stagione: da domenica fino a Ferragosto, l’Italia verrà investita da un’imponente ondata di caldo africano, con temperature che potranno toccare punte di oltre 45 gradi sulle regioni meridionali. “Un evento estremo”, secondo gli esperti de iLmeteo.it, “con pochi precedenti”.

Un vasto campo di alta pressione sub-tropicale, spiegano i meteorologhi, “si allungherà dall’interno del Sahara fino ad abbracciare buona parte del bacino del Mediterraneo. Oltre a garantire un’estrema stabilità atmosferica, con tanto sole su tutta l’Italia, la vera notizia riguarda i valori termici: la massa d’aria in arrivo si preannuncia a dir poco rovente con temperature fino a 28-30 gradi a 1500 metri di altezza, la quota che solitamente viene usata dagli esperti per valutare la massa d’aria”. Nella pratica, spiegano ancora gli esperti, “questo potrebbe tradursi in temperature massime fino ad oltre 45 gradi al Sud e sulle due isole maggiori. Anzi, nelle zone interne della Sicilia e sul tavoliere della Puglia si potrebbe persino superare tale valore. Stiamo parlando di anomalie variabili da 5 a oltre 10 gradi in più rispetto alle medie climatologiche di riferimento, insomma siamo davanti ad un evento estremo con pochi precedenti”. Questa volta il caldo raggiungerà anche le regioni del Nord, rimaste per buona parte dell’estate sotto le grinfie dei temporali, “con valori che si spingeranno ben oltre i 36-37 gradi in molte città delle pianure”. Il team de iLmeteo.it avvisa che “la fase più calda è attesa tra giovedì 12 e sabato 14, quando si raggiungerà l’apice di questa che si preannuncia come la più rovente e generale fiammata dell’estate 2021”. Per la giornata di oggi, invece, è allerta gialla per temporali sul nord del Piemonte, con i fenomeni che nel pomeriggio di oggi potrebbero essere accompagnati da locali grandinate, raffiche di vento, fulmini e allagamenti. E’ l’effetto della vasta circolazione depressionaria che si è estesa verso sud dalle isole britanniche avvicinandosi all’arco alpino, convogliando flussi umidi e infiltrazioni di aria più fresca in quota. Arpa Piemonte prevede intensi fenomeni temporaleschi in particolare su Verbano, Biellese e alto Vercellese con possibilità di estensione a Canavese, valli di Lanzo e pianure. Le piogge tenderanno ad esaurirsi nella tarda serata, con gli ultimi residui fenomeni nella zona del lago Maggiore nelle ore di domani, quando un promontorio anticiclonico di matrice africana si estenderà sul bacino del Mediterraneo favorendo un miglioramento del tempo.

Ma quella di oggi è anche una giornata di traffico per le vacanze, la prima da bollino nero. In Trentino-Alto Adige elevato afflusso di turisti dal Nordeuropa diretti alle spiagge italiane e non solo. Sull’autostrada del Brennero in direzione sud tra il Brennero e Vipiteno per ora ci sono 2 km di coda per traffico intenso. Sempre in direzione sud tra Bressanone e Rovereto Nord a tratti rallentamenti e code per traffico intenso. Rallentamenti si segnalano anche in direzione nord, per il rientro dei turisti. Pertanto sempre sull’autostrada del Brennero tra Nogarole Rocca e Trento Sud rallentamenti e code per traffico intenso e tra Bressanone e Vipiteno 2 km di coda. Rallentamenti e code anche nelle principali arterie del Trentino-Alto Adige, soprattutto in Val Venosta, Pusteria, Val Gardena e nelle Valli di Fassa e Fiemme. In Calabria è di oltre tre ore l’attesa agli imbarcaderi per la Sicilia di Villa San Giovanni. Lo rende noto l’Anas secondo cui sull’A2 “Autostrada del Mediterraneo”, in avvicinamento allo svincolo di Villa, si segnalano rallentamenti con code”. “Gli incolonnamenti – è detto in una nota dell’Anas – hanno raggiunto i 2 chilometri, tra gli svincoli di Santa Trada e Villa San Giovanni. Al fine di agevolare il flusso del traffico proveniente da nord, è stato chiuso lo svincolo di Villa San Giovanni per il traffico proveniente da Reggio Calabria”.

All’aeroporto di Fiumicino i Terminal 3 ed 1, la cui area check-in ieri è stata riaperta dopo 17 mesi di stop per l’emergenza Covid, sono caratterizzati da un sostenuto e costante flusso di vacanzieri. Un’immagine di “ripartenza” dopo il “buio” e le presenze basse degli scorsi mesi. Si stimano, da oggi, quindi un weekend ed una prossima settimana segnati da un buon trend di partenze e di arrivi di turisti. Scrupolosi i controlli delle forze dell’ordine, con pattuglie fuori e dentro le aerostazioni, anche con l’ausilio delle unità cinofile. Tra i voli previsti oggi spiccano diversi collegamenti verso le isole italiane e per mete rituali gettonate dai vacanzieri, soprattutto da parte dei giovani: Rodi, Corfù, Sharm El Sheikh, Heraklion, Fuerte Ventura, Palma di Maiorca (2 voli), Mikonos (3), Zakinthos (4), Menorca (3), Santorini (2), Ibiza (4), Tenerife (4). L’area check-in del Terminal 1, completamente rinnovata, assicura ulteriore fluidità nelle operazioni aeroportuali: all’interno vengono effettuate le operazioni di accettazione per Aegean Airlines, Air Malta, Albastar, Eurowings, Ryanair e Vueling Airlines mentre le attività di riconsegna bagagli di questi vettori continuano ed essere effettuate al Terminal 3. In Veneto traffico intenso ma nessuna criticità in apertura della settimana di Ferragosto sulle tratte gestite da Concessioni Autostradali Venete: la mattinata di questo sabato da bollino rosso è proseguita senza problemi e solo con qualche rallentamento in A4, tra Padova Est e il Bivio con la A57 in direzione Trieste, percorso in questa prima parte di giornata da 15.809 veicoli in direzione del litorale, con picchi sopra i tremila mezzi l’ora; flussi sostanzialmente simili anche in direzione Milano, con 16.133 transiti nella mattinata. Poco prima delle 7, un tamponamento tra 4 auto al km 367 est, in territorio di Vigonza, è stato risolto grazie al pronto intervento degli ausiliari della viabilità di Cav e dei mezzi del soccorso meccanico, in questo periodo stazionati a Padova Est, permettendo così di liberare la carreggiata prima dell’aumento più consistente del traffico. Attese tutto sommato brevi alla barriera di Venezia-Mestre in A57, dove è stato registrato il transito di 11.015 veicoli in uscita, sostanzialmente simili rispetto al sabato omologo del 2020 e a sabato scorso, mentre in entrata (direzione Milano) si sono registrati 8.246 passaggi: +6,62% rispetto allo scorso anno. Il traffico rimarrà prevedibilmente intenso anche nel pomeriggio, in particolare in direzione Trieste e soprattutto nel tratto tra Padova Est e il Bivio A4/A57. Domani, domenica, traffico sostenuto (bollino giallo), anche in carreggiata ovest (Milano), con i rientri del fine settimana che si protrarranno fino a lunedì mattina, sommandosi alla ripresa del traffico feriale.