Angelo massacrato di botte durante una rissa, aveva 35 anni: la tragedia davanti ad un bar in centro

Angelo massacrato di botte durante una rissa, aveva 35 anni: la tragedia davanti ad un bar in centro

Il 35enne, colpito ripetutamente con calci e pugni, è morto dissanguato in piazza De Giorgi a Cesa


CESA – Lo ha ucciso a calci e pugni, durante una rissa. Massacrato di botte e lasciato lì, a terra, a morire dissanguato. La vittima è Angelo Marino, 35 anni, morto in piazzetta De Giorgi a Cesa, in provincia di Caserta. Erano da poco passate le 22 e 30 quando all’esterno di un bar già chiuso si è consumata la tragedia. In pochi attimi si è passati dalle parole ai fatti.

Una rissa violentissima che pare abbia coinvolto diverse persone. Ancora ignoti i motivi che hanno scatenato la violenza. Responsabile della morte del 35enne un uomo di origine marocchina che, evidentemente sentendosi braccato dalle forze dell’ordine, questa notte ha deciso di consegnarsi ai carabinieri della locale stazione.

Ora è in stato di fermo con l’accusa di omicidio preterintenzionale. Il magistrato di turno intervenuto sul luogo della tragedia ha disposto l’autopsia per stabilire le esatte cause del decesso di Angelo. Saranno poi le indagini dei militari dell’Arma a stabilire il movente dell’omicidio: gli inquirenti lavoreranno per capire se ci fossero rapporti tra i due, se la lite fosse in qualche modo già nell’aria oppure se si sia trattato di una tragedia al termine di una violenta rissa scoppiata, forse, per futili motivi.