Castelvolturno, lotta agli sversamenti illeciti e ai roghi tossici: scattano sanzioni, denunce e sequestri

Castelvolturno, lotta agli sversamenti illeciti e ai roghi tossici: scattano sanzioni, denunce e sequestri

Esercito e Polizia Municipale in campo in attività programmate in aggiunta agli ‘Action day’


CASTELVOLTURNO – Esercito Italiano e Polizia Municipale in campo per la lotta contro lo sversamento illecito di rifiuti. I militari del Raggruppamento ‘Campania’ ed i caschi bianchi hanno svolto controlli su tutto il territorio di Castelvolturno e negli ultimi 3 giorni sono arrivati sequestri di aree abusive adibite a discariche, denunce e sanzioni per decine di migliaia di euro.
il 27 settembre, 1 pattuglia dell’Esercito Italiano congiuntamente a 3 pattuglie della Polizia Municipale di Castel Volturno (Ce), effettuavano un controllo presso un’attività risultata abusiva in un’abitazione, sequestravano 160 Mq di aree, successivamente effettuavano posti di controllo realizzando i seguenti risultati: 4 persone identificate di cui 2 sanzionate e denunciate, 17 veicoli controllati e sequestrati, sono state comminate sanzioni per un totale di euro 5866,00.
Il 28 settembre, 1 pattuglia dell’Esercito Italiano congiuntamente a 2 pattuglie della Polizia Municipale di Castel Volturno (Ce), effettuavano un controllo presso un’abitazione, denunciavano un a persona per sversamenti illeciti di rifiuti, sequestravano 150 Mq di aree, successivamente effettuavano posti di controllo realizzando i seguenti risultati: 4 persone identificate, 4 veicoli controllati e sequestrati sono state comminate sanzioni per un totale di euro 8739,00.
Infine, il 29 settembre, 1 pattuglia dell’Esercito Italiano congiuntamente a 1 pattuglia della Polizia Municipale di Castel Volturno (Ce), effettuavano posti di controllo realizzando i seguenti risultati: 8 persone identificate di cui 4 sanzionate, 20 veicoli controllati di cui 14 sanzionati e sequestrati, sono state comminate sanzioni per un totale di euro 28.000,00.
Le attività si inquadrano nelle azioni di “secondo livello” (cioè operate da pattuglie congiunte dall’Esercito e dai corpi di Polizia municipale o metropolitana) che si aggiungono ai settimanali Action Day. Operazioni pianificate in maniera dettagliata che puntano a distruggere sul nascere fenomeni di sversamenti illeciti spesso propedeutici alla diffusione di roghi tossici sul territorio.