Convocata per ruolo annuale nel giorno del suo matrimonio, la prof firma il contratto in abito da sposa

Convocata per ruolo annuale nel giorno del suo matrimonio, la prof firma il contratto in abito da sposa

La docente, Carmela, non voleva proprio rischiare di perdere quest’occasione, così è passata da scuola prima di andare in chiesa


PUGLIA – «Ne abbiamo viste tante nella scuola, ma una così mai. Una nuova collega, almeno per quest’anno, doveva firmare l’assegnazione dell’incarico annuale per la disciplina di Matematica, aveva un impegno molto importante ma ha trovato il modo di venire comunque a scuola. Auguri Carmela, sei già entrata nei nostri cuori»: è stato questo il post pubblicato dall’istituto Majorana di Martina Franca su Facebook, che così ha salutato l’arrivo di una nuova collega, che per firmare il contratto da docente, anche se solo per un anno, è arrivata in abito da sposa.

Evidentemente la professoressa proprio quel giorno aveva il suo matrimonio in programma, ma non poteva rischiare di perdersi l’incarico, probabilmente un lavoro agognato e desiderato da tempo. Non è strana l’urgenza con cui ha dovuto accettare l’incarico: molti insegnanti hanno ricevuto la pec di convocazione alle 22 del giorno prima per il giorno dopo e alcuni anche la mattina stessa.

Nella scuola italiana ci saranno anche quest’anno 220 mila supplenti, secondo le stime dei sindacati, e nonostante le 70 mila cattedre ottenute dal ministro Patrizio Bianchi, sono sempre migliaia di posti coperti da docenti precari. Che spesso aspettano anni prima di poter essere stabilizzati. “Probabilmente – riporta il Corriere della Sera – Carmela è una di loro, e la sua firma vestita da sposa ha fatto il giro dei siti specializzati sull’insegnamento e riscosso tanti complimenti da parte di colleghi e amici”.