Coronavirus in Italia: 4.720 nuovi casi, altri 71 decessi registrati

Coronavirus in Italia: 4.720 nuovi casi, altri 71 decessi registrati

Il tasso di positività scende di un punto secco, dal 2,5% all’1,5%


NAZIONALE – Ancora in lieve calo la curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 4.720, contro i 3.361 di ieri (che però era lunedì, giorno di pochi tamponi) e soprattutto i 5.498 di martedì scorso, a conferma di un trend settimanale in discesa di oltre il 10%. I test effettuati sono 318.865, ben 184 mila più di ieri, tanto che il tasso di positività scende di un punto secco, dal 2,5% all’1,5%. In aumento invece i decessi, 71 oggi contro i 52 di ieri, per un totale di 129.638 vittime dall’inizio dell’epidemia. Si stabilizzano i ricoveri, con le terapie intensive che sono 7 in meno (ieri -2) con 40 ingressi giornalieri, un quarto dei casi in Puglia, e scendono a 563, mentre i ricoveri ordinari sono 5 in piu’ (ieri +86), 4.307 in tutto. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute

La regione con più casi odierni è ancora la Sicilia, anche se in leggero calo da qualche giorno, con 875 contagi, seguita da Veneto (+583), Lombardia, che invece dà cenni di aumento (+510), Emilia Romagna (+396), Lazio (+354) e Campania (+311). I casi totali salgono così a 4.579.502.

In aumento i guariti, 6.877 (ieri 3.977), per un totale dall’inizio della pandemia di 4.316.077. Il numero delle persone attualmente positive cala per il terzo di fila, e stavolta nettamente: 2.233 in meno (ieri -682), e sono 133.787 in tutto, di cui 128.917 in isolamento domiciliare.

VALLE D’AOSTA

Nessun decesso e 10 nuovi casi positivi in Valle d’Aosta che portano il totale complessivo delle persone contagiate dal Covid da inizio epidemia a 12.044. Le persone attualmente positive sono 97 di cui 96 in isolamento domiciliare e una ricoverata in ospedale. I guariti sono cresciuti di otto unità rispetto a ieri portando il totale complessivo a 11.474. I tamponi complessivamente processati sono 171.190 i casi complessivamente testati sono 81.489.i decessi di persone risultate positive al Covid da inizio emergenza sono 473.

TRENTINO

Nessun decesso per Covid in Trentino, dove si registrano 13 nuovi casi positivi su 645 tamponi molecolari e 28 nuovi casi su 3.717 rapidi antigenici. I molecolari poi confermano 13 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. I nuovi casi identificati sono tutti paucisintomatici o lievi. Nella giornata di ieri ci sono state 3 dimissioni e 4 nuovi ricoveri, quindi ad oggi sono 18 i pazienti in ospedale.
Degli adulti e degli anziani che rientrano nei nuovi casi intercettati, 4 hanno tra 60-69 anni, 3 tra 70-79 anni e 3 di 80 e più anni. Stamane risultavano somministrati 702.437 vaccini, di cui 322.252 seconde dosi. Per quanto riguarda i vaccini, a cittadini over 80 sono state somministrate 67.656 dosi, a cittadini tra i 70-79 anni 91.185 dosi e tra 60-69 anni 108.500 dosi.

ALTO ADIGE

Dopo due giorni torna a zero il numero dei decessi in Alto Adige. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 71 nuovi casi: 30 tramite 906 tamponi pcr e 41 analizzando 7977 test antigenici. Stabile la situazione negli ospedali con 24 pazienti nei normali reparti e 7 in terapia intensiva. I nuovi guariti sono 40 e gli altoatesini in quarantena 1640.

 

PIEMONTE

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 242 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 21 dopo test antigenico), pari all’1% di 23.522 tamponi eseguiti, di cui 16.985 antigenici. Dei 242 nuovi casi, gli asintomatici sono 98 (40,5%). I casi sono cosi’ ripartiti: 37 screening, 154 contatti di caso, 51 con indagine in corso; 5 quelli importati (tutti dall’estero). Il totale dei casi positivi diventa quindi 378.151, cosi’ suddivisi su base provinciale: 201.554 Torino, 54.590 Cuneo, 30.891 Alessandria, 29.470 Novara, 17.870 Asti, 14.120 Vercelli, 13.526 Verbano-Cusio-Ossola, 11.912 Biella, oltre a 1.552 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 2.666 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. Sono 3 i decessi di persone positive al test del Covid-19, comunicati dall’Unita’ di Crisi della Regione Piemonte, con il totale che diventa quindi di 11.727 deceduti, cosi’ suddivisi per provincia: 5.606 Torino 1.570 Alessandria, 1.456 Cuneo, 946 Novara, 713 Asti, 528 Vercelli, 433 Biella, 375 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 100 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. I pazienti guariti sono complessivamente 362.688 (+338 rispetto a ieri), cosi’ suddivisi su base provinciale: 194.205 Torino, 52.406 Cuneo, 28.967 Alessandria, 28.321 Novara, 17.005 Asti, 13.457 Vercelli, 13.030 Verbano-Cusio-Ossola, 11.358 Biella, oltre a 1.465 extraregione e 2.474 in fase di definizione. I ricoverati in terapia intensiva sono 23 (+2 rispetto a ieri), non in terapia intensiva sono 178 (-8 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 3.535 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 6.580.229 (+23.522 rispetto a ieri), di cui 2.060.547 risultati negativi.

VENETO

Sono 583 i nuovi casi di Covid 19 trovati in Veneto nelle ultime 24 ore. Il numero porta il totale degli attualmente positivi, secondo il report quotidiano della Regione Veneto, a 13mila. Praticamente invariato il numero dei ricoverati, quattro in piu’ nelle aree non critiche e uno in meno nelle terapie intensive. Tre i decessi.

LOMBARDIA

Con 58.238 tamponi è di 510 il numero di casi positivi al Coronavirus registrati in Lombardia, con una percentuale in discesa allo 0,8%.
Diminuiscono leggermente i ricoveri in terapia intensiva che sono 54 (due meno di ieri) mentre aumentano negli altri reparti dove sono 384 con un aumento di nove pazienti. Un decesso porta il totale da inizio pandemia a 33.937. Per quanto riguarda le Province, sono stati segnalati 121 nuovi casi a Milano, di cui 43 in città, 89 a Varese, 58 a Brescia, 39 a Monza, 37 a Bergamo, 36 a Pavia, 31 a Mantova, 24 a Cremona, 19 a Como, 13 a Lodi, 10 a Lecco e 3 a Sondrio.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Sono 77 i nuovi contagi di Covid-19 rilevati oggi in Friuli Venezia Giulia, 62 su 3.497 tamponi molecolari e 15 su 5.258 test rapidi. Tra i casi, sei sono migranti, a Udine e Pordenone. Si registrano due decessi, una donna di 76 anni a Trieste e un uomo di 92 anni di Udine.
Nelle terapie intensive sono ricoverate 13 persone, 49 in altri reparti. In isolamento si trovano in 1.308. A comunicare i dati il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Finora complessivamente le morti da Covid sono 3.807: 816 a Trieste, 2.019 a Udine, 678 a Pordenone e 294 a Gorizia. I totalmente guariti sono 106.361, i clinicamente guariti 97. Le positività sono 111.635: 22.348 a Trieste, 51.815 a Udine, 22.467 a Pordenone, 13.455 a Gorizia e 1.550 da fuori regione. Nelle case di riposo sono 7 gli ospiti contagiai e 2 gli operatori.

EMILIA-ROMAGNA

Sono in calo, in Emilia-Romagna, sia i nuovi casi di positività al Coronavirus, sia i ricoveri. Nelle ultime 24 ore, infatti, si sono registrati 396 casi, 146 dei quali asintomatici, con un’età media di 36,2 anni, individuati sulla base di 33.628 tamponi. Si registrano però due morti: un uomo di 90 anni e una donna di 80, entrambi in provincia di Ferrara. Diminuiscono anche i casi attivi, che si attestano a 15.593, il 97,1% dei quali in isolamento domiciliare perché non necessita di cure ospedaliere. I ricoverati in terapia intensiva sono 45, quattro in meno di ieri, mentre i pazienti negli altri reparti Covid sono 410, stesso numero di ieri.

TOSCANA

In Toscana sono 274.607 i casi di positività al Coronavirus, 303 in più rispetto a ieri (293 confermati con tampone molecolare e 10 da test rapido antigenico). L’età media dei nuovi casi è 39 anni: il 24% ha meno di 20 anni, il 28% tra 20 e 39 anni, il 30% tra 40 e 59 anni, il 9% tra 60 e 79 anni e il 9% ha 80 anni o più. Purtroppo si registrano altri otto decessi: quattro uomini e quattro donne con un’età media di 75,6 anni, residenti tre nella provincia di Firenze, due in quella di Prato, una in quella di Pisa e due in quella di Grosseto e che portano il totale dei morti dall’inizio della pandemia a 7.043. In calo i ricoveri: sono 447, cinque in meno rispetto a ieri di cui 53 in terapia intensiva, tre in meno. Questi i dati diffusi dalla Regione Toscana.
I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 257.117 (93,6% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 10.447, -3,2% rispetto a ieri. Complessivamente, 10.000 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (336 in meno rispetto a ieri, meno 3,3%). Sono 12.307 (80 in meno rispetto a ieri, meno 0,6%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate. Riguardo alle singole province Firenze registra 91 casi in più rispetto a ieri, Prato 56, Pistoia 41, Massa 2, Lucca 23, Pisa 28, Livorno 10, Arezzo 26, Siena 15, Grosseto 11.

UMBRIA

Ancora un giorno con più guariti dal Covid, 120, che nuovi casi, 104, in Umbria dove non sono stati registrati nuovi morti nell’ultimo giorno e scende ancora il numero degli attualmente positivi, 1.577, 16 in meno. E’ il quadro delineato sul sito della Regione.
Stabili, 57, i ricoverati negli ospedali con sei posti occupati in terapia intensiva (erano sei).
Sono stati analizzati 2.450 tamponi e 5.600 test antigenici, con un tasso di positività sul totale del 1,29 per cento (era 0,43 lunedì e uno lo stesso giorno della scorsa settimana).

LAZIO

“Oggi su 8520 tamponi molecolari nel Lazio e 9139 test antigenici per un totale di 7659 test, si registrano 354 nuovi positivi (+59), 5 decessi (-2), 481 ricoverati (+12), 63 terapie intensive (-1) e 555 i guariti”. Così l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. “Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2% – prosegue -. I casi a Roma città sono a quota 181”. L’assessore poi sottolinea che è stato “raggiunto il 79% della popolazione over 12 vaccinato in doppia dose”

MARCHE

Altri 110 casi di Covid-19 nelle Marche, lo fa sapere la Regione specificando che ad Ascoli Piceno si sono registrati 18 contagi, a Pesaro-Urbino 17, a Macerata 15, ad Ancona 23, a Fermo 21 e fuori regione 16. In totale sono stati processati 4.813 tamponi: tamponi percorso diagnostico screening 3.219, antigenico screening -è presente il percorso diagnostico effettuato nelle farmacie per ottenere il Green pass- 2.250 (53 positivi), tamponi percorso guariti 1.594. Il tasso di positività è del 3,4%. Non si registrano nuove vittime rispetto a ieri; morti da Covid-19 che da inizio pandemia restano a quota 3.053 (1.714 uomini e 1.339 donne) con una età media di 82 anni e che nel 97,2% dei casi presentavano patologie pregresse. La provincia di Pesaro Urbino detiene ancora il triste ‘record’ di morti da Covid (986), seguono Ancona (973), Macerata (518), Fermo (293), Ascoli Piceno (247), e 36 sono le vittime da fuori regione.
I ricoveri in terapia intensiva calano di una unità rispetto a ieri (20), in semi-intensiva sono 20 (+2 su ieri), in non intensiva sono 39 (invariato); in totale si registra un ricovero in più rispetto a ieri, 79, (i pazienti in Pronto soccorso sono stati scorporati non essendo ricoverati), e ci sono anche quattro dimessi in più (105.086 dimessi/guariti da inizio pandemia).

ABRUZZO

Sono 70 (rifetiti a persone di età compresa tra 1 e 83 anni) i casi di Covid-19 registrati oggi in Abruzzo e risultati dai 6.835 test eseguiti (2.238 tamponi molecolari e 4.597 test antigenici), con il totale dei contagi che da inizio emergenza sale a 79.661. Del totale dei casi positivi, 20.124 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+16 rispetto a ieri), 20.389 in provincia di Chieti (+17), 19.360 in provincia di Pescara (+2), 19.015 in provincia di Teramo (+41), 654 fuori regione (-3) e 119 (-3) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Il bilancio dei pazienti deceduti non registra nuovi casi e resta fermo a 2534. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 74.963 dimessi/guariti (+89 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 2.164 (-19 rispetto a ieri. Nel totale sono ricompresi anche 422 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche). Sono 83 i pazienti (invariato rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in area medica; 6 (+2 rispetto a ieri con 2 nuovi ingressi) in terapia intensiva, mentre gli altri 2075 (-21 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Da inizio emergenza sono stati eseguiti 1.349.015 tamponi molecolari e 733.149 test antigenici. Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 1.02 per cento.

CAMPANIA

Sono 311 i nuovi positivi al covid-19 registrati oggi in Campania su 14.352 test effettuati. Lo comunica l’Unità di crisi della Regione Campania evidenziano, nel bollettino ordinario, anche 5 decessi nelle ultime 48 ore e 2 due morti avvenute in precedenza ma registrate soltanto ieri. Sul fronte dei posti letto, indicati 26 degenti in terapia intensiva, ieri erano 28, e 354 in area non critica. In questo caso, nelle ultime 24 ore, si deve registrare un leggero aumento dei ricoverati pari a più 3. Tutti i dati sono aggiornati alle 23:59 di ieri lunedì 6 agosto.

BASILICATA

Sono 94, di cui 73 residenti, i nuovi positivi al Covid in Basilicata su 1.263 tamponi molecolari processati ieri 6 settembre. Nella stessa giornata si registrano 76 guarigioni e un decesso: si tratta di un novantenne di Lauria. Salgono a 53 le persone ricoverate negli ospedali lucani, di cui tre in terapia intensiva, tutti al San Carlo di Potenza. Attualmente sono 1.362 i casi positivi totali in Basilicata.

PUGLIA

Oggi in Puglia sono stati registrati 13.424 test per l’infezione da Covid-19 e 119 casi positivi: 20 in provincia di Bari, 14 nella provincia di Barletta, Andria, Trani, 4 in provincia di Brindisi, 18 in provincia di Foggia, 40 in provincia di Lecce, 20 in provincia di Taranto e 3 residenti fuori regione. Inoltre sono stati registrati 5 decessi. Attualmente sono 4.095 le persone positive, 213 sono ricoverate in area non critica e 31 in terapia intensiva. Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono 265.024 a fronte di 3.377.904 test eseguiti, 254.200 sono le persone guarite e 6.729 quelle decedute.

CALABRIA

In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 1.108.589 (+4.903). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 79.590 (+245) rispetto a ieri.

SICILIA

Rallenta la corsa del coronavirus in Sicilia. Dopo i 943 casi scoperti tra domenica e lunedì grazie a 12.804 tamponi, il dato di oggi contenuto nel report del ministero della salute segna per l’Isola 875 nuovi positivi su un totale di 24.465 test. L’incidenza passa quindi dal 7,4% di ieri al 3,5% di oggi. L’Isola resta comunque la regione con l’incremento più consistente, seguita dal Veneto con 583 nuovi casi su 48.481 tamponi. Sull’Isola si contano anche 1.250 guariti nelle ultime 24 ore, mentre il report segnala anche 29 decessi nello stesso arco temporale: di questi, tuttavia, secondo quanto riferito dalla Regione Siciliana, soltanto sette riguardano ieri e oggi.
Al momento sul territorio regionale si contano 28.547 positivi, 404 meno di ieri. In lieve miglioramento la situazione negli ospedali: i ricoverati non gravi sono passati dagli 855 di ieri agli 850 di oggi, mentre il numero dei pazienti in terapia intensiva o sub-intensiva è sceso da 120 a 116.

SARDEGNA

Contagi da Covid ancora in calo ma altri tre morti nelle ultime 24 ore in. I nuovi casi accertati sono in tutto 99 sulla base di 2.298 persone testate. Complessivamente, fra molecolari e antigenici, sono stati processati 8.125 tamponi. Il tasso di positività scende all’1,2 per cento. Le vittime sono un uomo di 83 anni della provincia di Sassari, una donna di 87 residente nella città metropolitana di Cagliari e una persona della provincia di Nuoro di ui non è stata resa nota l’età. Aumenta la pressione nei reparti di terapia intensiva, dove sono ricoverati attualmente 30 pazienti (+2), mentre scende leggermente in area medica, per un totae di 232 (-3) posti letto Covid occupati. Infine, sono 6.029 (-276) le persone ancora in isolamento domiciliare.